Ragazzo di 26 anni si candida alla Camera: "Non rimaniamo con mamma perché cucina bene".

Paolo Romano
Paolo Romano

Paolo Romano ha deciso di candidarsi alla Camera a soli 26 anni. Il giovane esponente del Partito Democratico vuole far capire a tutti che i giovani di oggi non sono “bamboccioni” e che non rimangono a casa perché megari la mamma cucina bene. Il ragazzo sembra sapere il fatto suo ed è pronto a sfidare i grandi nomi della politica. Tuttavia, Paolo ha precisato di non credere molto nel giovanilismo. Poco importa: il PD sembra voler puntare molto sul giovane rappresentante, tanto da decidere di schierarlo al collegio uninominale Lombardia 1 – 03. Riuscirà a conquistare un seggio nella prossima Camera dei Deputati?

Si candida alla Camera a 26 anni: il percorso di Paolo

Intarvistato a FanPage, Paolo Romano ha subito precisato: “Io non credo molto nel giovanilismo”. Ha poi raccontato del suo percorso amministrativo durato oltre sette anni e uno politico da moltissimi anni prima nell’associazionismo, poi nei movimenti e alla fine nella politica partitica. A detta di Paolo in Parlamento dovrebbero essere rappresentate tutte le generazioni.

Il sistema degli stage secondo Paolo Romano

A Paolo Romano è stato chiesto se il sistema degli stage sia previsto come cavallo di battaglia per puntare sugli elettori più giovani. L’esponente PD ha risposto affermativamente. Il 26enne ha spiegato come lo stage dovrebbe essere solo un punto di un percorso, un contratto di formazione, ma spesso ci si ritrova a fare il lavoro di qualcun altro: “La narrazione è quella che noi siamo i bamboccioni che non vogliono lasciare casa perché la mamma stira bene le camicie e fa bene la pasta con il pomodoro”.