Ragazzo morto in Portogallo: stroncato a 20 anni da un malore

Ragazzo morto in Portogallo

Un ragazzo di 20 anni residente a Verderio (provincia di Lecco) è morto stroncato da un malore mentre si trovava in Portogallo insieme alla fidanzata per festeggiare il Capodanno 2020. Il giovane ha iniziato a non sentirsi bene ed è deceduto e causa di un arresto cardiorespiratorio.

Ragazzo morto in Portogallo

Simone Pederzoli, queste le generalità della vittima, si è sentito male mentre si trovava in strada e stava camminando con la compagna. “Mi sento strano“: queste sarebbero state le parole da lui pronunciate stando alla testimonianza della giovane che era con lui. Vedendo la sue condizioni e preoccupata dalla situazione, costei ha subito allertato i soccorsi.

Dopo le prime cure effettuate sul posto dai sanitari, il 20enne è stato trasferito prima in un ospedale di Lisbona, città in cui si trovava. per essere stabilizzato e poi in un altro più attrezzato per la tipologia di problema che ha avuto. Nonostante i tentativi però i medici non sono riusciti a salvarlo e hanno dovuto comunicare il decesso alla famiglia.

I suoi genitori sono subito partiti per la capitale portoghese per adempiere al compito più doloroso relativo alle pratiche che consentiranno di riportare a casa il feretro del figlio. Solo una volta giunto in Italia si procederà all’organizzazione dei funerali.

Stando a quanto è emerso, Simone soffriva di alcuni disturbi pregressi. Dopo aver frequentato le superiori prima all’istituto Francesco Viganò e poi all’istituto professionale Luigi Clerici di Merate, aveva concluso gli studi a Vimercate. Una volta terminati, aveva subito iniziato a lavorare.