Ragazzo muore folgorato da un cancello elettrico a Roma

ospedale Roma
ospedale Roma

Immensa tragedia nelle scorse ore a Roma, dove un ragazzo appena quattordicenne è morto fulminato dopo aver toccato un cancello elettrico mentre stava giocando con un amico. Il nome del giovane era Saiti Skender: il ragazzo abitava molto vicino a Via Regalbulto, nella Borghesiana, nel luogo dove si è consumato il terribile incidente. Inutili i tentativi di soccorrerlo: l’adolescente è stato rapidamente trasportato al Policlinico di Tor Vergata, dove i medici non hanno potuto fare altro che dichiararne il decesso.

La dinamica dell’incidente

Stando alle prime ricostruzioni dei carabinieri, fino a pochissime ore fa il giovane Saiti stava giocando felice e tranquillo in compagnia di un amichetto quando ad un certo punto, per cause ancora da accertare, si è avvicinato ad un cancello elettrico: subito dopo averlo toccato, purtroppo, il ragazzino è stato tramortito da una fortissima scossa elettrica, mentre fortunatamente il suo compagno di giochi è rimasto illeso. Immediatamente sul posto sono arrivati i soccorsi del 118: i medici intervenuti alla Borghesiana hanno provato disperaemente a rianimare il ragazzo, senza successo.

Saiti Skender è stato così trasportato d’urgenza all’ospedale Policlinico di Tor Vergata, dove però i medici sono stati costretti ad arrendersi: la fortissima scossa elettrica ha provocato il decesso del giovane, per arresto cardiocircolatorio. La conferma del decesso è giunta intorno alle ore 21:00.

A questo punto, i carabinieri di Tor Vergata dovranno mettersi al lavoro insieme ai colleghi di Frascati per accertare le responsabilità dietro all’incidente, cercando così di ricostruire come è stato possibile arrivare ad una simile tragedia. Come riportato da Roma Today, i familiari del giovane sono in queste ore stati ascoltati dalle autorità e sono ovviamente sotto shock. Per il momento non si esclude alcuna ipotesi.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli