Ragazzo ucciso, Marcucci: Salvini fa propaganda becera

Pol/Arc

Roma, 25 ott. (askanews) - "La campagna elettorale non si fa sfruttando le tragedie. E' l'abc della civiltà che Salvini ignora. Oggi il pensiero di tutto il Paese va a Luca Sacchi, il ragazzo ucciso mercoledì scorso davanti a un pub a Roma nel quartiere di Colli Albani". Lo scrive sulla sua pagina Facebook il presidente dei senatori Pd Andrea Marcucci.

"E' propaganda becera quella che fa Salvini - sottolinea - sicuramente non all'altezza di uno che ha fatto il ministro dell'interno. Salvini sa bene che non è possibile chiamare in causa la sindaca Raggi. Due balordi italiani hanno sparato ed ucciso un ragazzo che tentava di reagire uno scippo. Non c'entra la prima cittadina di Roma, c'entrano caso mai le condizioni di sicurezza del Paese, che sono materia da ministri dell'interno. Ma oggi non è il momento, oggi è lagiornata del dolore, la giornata in cui tutti ci stringiamo accanto ai familiari di Luca", conclude Marcucci.