Raggi "Prendere per mano cittadini per un futuro digitale sostenibile"

Redazione
·2 minuto per la lettura

ROMA (ITALPRESS) - In attesa della giornata della Terra che si celebrerà il 22 aprile, Binario F, in collaborazione con il partner Fondazione UniVerde, hanno ospitato un evento in diretta Facebook, dal titolo 'One Planet: digitale e futuro sostenibile', dedicato ai valori della sostenibilità ambientale e a come il digitale può contribuire al raggiungimento degli obiettivi della transizione ecologica e di un modello economico sostenibile. Binario F, la pagina Facebook che ha ospitato l'evento, é uno spazio fisico, nel cuore di Roma, aperto alla comunità e dedicato alla formazione e allo sviluppo delle competenze digitali. L'incontro è stata l'occasione per presentare i numerosi progetti focalizzati sulla sensibilizzazione e l'ascolto dell'attivismo civico nella città di Roma e sul ruolo chiave dell'imprenditoria sostenibile oltre che per discutere dell'importanza della tutela del patrimonio ambientale e della formazione in tema di competenze digitali promosse da Binario F in collaborazione con vari partner presenti all'evento.

Ad aprire i lavori i saluti istituzionali della sindaca di Roma, Virginia Raggi: "La pandemia ci ha messo di fronte a un'evidenza: quello dello sviluppo sostenibile e della tecnologia, che devono essere strumenti a servizio di questa trasformazione". "Noi non possiamo immaginare di non abbracciare queste trasformazioni digitali che ormai sono sempre più frequenti e veloci e pensare e ripensare ai nostri stili di vita in chiave sostenibile - ha aggiunto - È fondamentale guardare nella stessa direzione e prendere per mano i cittadini per abbracciare questo cambiamento".

Per Barbara Floridia, Sottosegretaria di Stato - Ministero dell'Istruzione, bisogna partire dalle scuole, che devo essere degli "hub culturali, per far passare il messaggio comportamentale ed esistenziale, cioè sono i ragazzi che ci aiuteranno a comprendere come abitare il mondo, perché non può esistere transizione ecologica senza una transizione culturale e digitale".

Angelo Mazzetti, Head of Public Policy di Facebook Italia, Grecia, Cipro e Malta, ha ricordato quanto "sostenibilità e transizione ecologica siano aspetti fondamentali su cui investire. Come Facebook riconosciamo questa urgenza perché capiamo che si tratta di una responsabilità di carattere collettivo. Abbiamo una responsabilità anche con le piattaforme legate a Facebook in modo che vengano utilizzate per amplificare e moltiplicare questo tipo di iniziative".

A sottolineare questo aspetto anche il presidente Fondazione UniVerde, Alfonso Pecoraro Scanio: "Dobbiamo fare un uso etico della rete perché è un grande strumento. Non lasciamolo nelle mani di chi la usa solo per trasmettere odio e frustrazioni". Il presidente ha poi ricordato come la rete può aiutare i giovani a fare economia "per moltiplicare le performance nelle imprese sostenibili" e ha lanciato un appello ai social media manager affinché "usino i social media in modo sostenibile per far conoscere meglio questi aspetti".

"L'idea è di fare gesti intelligenti e quotidiani anziché grandi gesta ogni tanto" - ha spiegato Agostino Agostinelli, vice presidente Federparchi Europarc Italia - "affinché il green non sia un elemento di moda, ma di gesti quotidiani".

(ITALPRESS).

sfe/pc/red