Raggi presenta concorso Caritas su Storie di migranti a Roma

Sis

Roma, 24 set. (askanews) - Un concorso per la raccolta delle storie di migranti a Roma. Racconti che vogliono offrire l'opportunità a ragazze e ragazzi romani di conoscere i migranti della Capitale e, incontrandoli, raccontarli. È l'iniziativa presentata in Campidoglio sindaca di Roma Virginia Raggi, dal direttore della Caritas don Benoni Ambrus e dal missionario padre Giulio Albanese. "un incontro, una storia" è l'iniziativa promossa dalla Caritas di Roma in collaborazione con il Miur e con il patrocinio del Comune di Roma, della Città Metropolitana e della Regione Lazio, lanciata in occasione della Giornata Mondiale del migrante e del rifugiato "Una bellissima iniziativa della Caritas che già dal titolo apre un mondo - ha dichiarato la sindaca Virginia Raggi -. Un bando per aiutarci nel percorso dell'accoglienza, una strada in salita che ci costringe a superare molte difficoltà e molti pregiudizi", ha ammesso la prima cittadina. "Chiediamo agli studenti di raccontare una storia, per farci conoscere l'altro e ricostruire il tessuto sociale della città", ha aggiunto Raggi Roma "è una città enorme - ha sottolineato la sindaca - che ha perso il senso della comunità e conoscersi significa ricucire quei margini slabbrati. Partiamo nelle periferie dove è più difficile farlo - ha aggiunto-, un'azione coraggiosa per Roma che era sempre stata crocevia di persone e dobbiamo riportare a Capitale dell'accoglienza che non vuol dire accoglienza indiscriminata, ma conoscenza e incontro". La Caritas, ha sottolineato la sindaca "sta facendo un lavoro straordinario di ricucitura ai limiti del possibile, ma riesce sempre a farlo con le sue iniziative e i suoi volontari pazientemente. Credono nell'importanza del dialogo e del rapporto umana. Mi auguro che gli studenti sappiano accogliere questa sfida. Quando c'è una difficoltà dobbiamo trasformarla in opportunità: dobbiamo imparare a ballare nella tempesta". Il concorso, ha spiegato don Benoni Ambarus, direttore della Caritas diocesana "è un progetto di umanizzazione della città. Ascoltare le storie degli altri dà vita a quello che è il viaggio umano per eccellenza, quello della conoscenza. Speriamo che in tanti accettino la fatica dell'incontro e partecipino in tanti al concorso". Le interviste ai migranti, realizzate da narratori dai 6 anni in su, possono essere presentate in forma scritta o video, sotto la forma di racconto. Gli elaborati dovranno essere inviati entro il 20 gennaio 2020 alla Caritas diocesana, via Casilina Vecchia 19 00182 Roma. Questo percorso di conoscenza cittadino culminerà con un evento di tre giorni, 19-21 aprile, dedicato a "la Chiesa di Roma al servizio della città".