Raggi: su Roma Metropolitane affrontiamo passato che non passa

Sis

Roma, 3 ott. (askanews) - "Voglio parlare con chiarezza in Aula per evitare infondati allarmismi su Roma Metropolitane. Le opere in progettazione o realizzazione come la Metro C vanno avanti. La società continuerà a fare da stazione appaltante per i lavori e le progettazioni che le sono state affidate. Per il futuro dell'azienda, abbiamo intrapreso una strada che consente continuità, un piano di risanamento che garantisca l'equilibrio gestionale della società che al momento è assente e questa cosa è nota a tutti da anni". Lo ha detto la sindaca di Roma Virginia Raggi in apertura della seduta dell'Assemblea Capitolina dedicata al destino di Ama e Roma Metropolitane, in merito al futuro di quest'ultima azienda capitolina. "Allo stato attuale sono aperte tutte le ipotesi per il futuro dei lavoratori, senza escludere la ricollocazione presso altre società di Roma Capitale e questo percorso sarò condiviso con i sindacati. A chi oggi ci accusa di voler licenziare o indebolire le partecipate - ha detto la sindaca alzando la voce rotta e sbattendo la mano sul banco della presidenza - stiamo semplicemente rimediando ai guasti precedenti. A chi ci accusa o far tacere perché parliamo sempre nel passato, voglio dire che è un passato che non passa ma è ben presente. Ci siamo assunti la responsabilità di quelle scelte che nessuno ha voluto assumere, ha aggiunto Raggi.