Rai, Anzaldi: imbarazzante De Santis che mercanteggia assunzioni

Pol/Bac

Roma, 23 set. (askanews) - "La qualità dell'attuale dirigenza Rai è davvero sconfortante: basta leggere l'imbarazzante intervista della direttrice di Rai1 Teresa De Santis per rendersi conto di quanto sia profonda la crisi del servizio pubblico. Oggi la direttrice di Rai1, che ha riempito palinsesti e redazioni della prima rete Rai con giornalisti e conduttori di comprovata vicinanza alla Lega di Salvini, ora dice alla 'Stampa', senza alcuna vergogna e sperando di salvare la sua posizione: non faccio abiure ma sono pronta ad assumere anche persone vicine alla nuova maggioranza, ad 'aggiungere'. Tanto paga pantalone". Lo scrive su Facebook il deputato di Italia Viva e segretario della commissione di Vigilanza Rai, Michele Anzaldi.

"Un divario incolmabile - aggiunge - con la grande dirigenza Rai del passato. Senza andare ai tempi di Ettore Bernabei, basta prendere in mano la rivista del Touring Club Italiano per rendersi conto di come lavora chi ha fatto davvero grande la Rai. Ad esempio Franco Iseppi, presidente appunto del Touring, storico dirigente Rai di cui basti ricordare 'L'albero azzurro' per i bambini e la lunga collaborazione con Enzo Biagi: di recente è stato insignito dal Capo dello Stato Mattarella dell'onorificenza di Cavaliere di Gran Croce, il massimo riconoscimento della Repubblica. Da una parte c'è un inquietante mercanteggiamento di posti (a spese degli italiani), dall'altra le massime istituzioni dello Stato. La nuova maggioranza ha il dovere di restituire al più presto piena dignità alla Rai, innanzitutto restituendo all'azienda un vero presidente di garanzia, un nuovo presidente che non soltanto rispetti il dettato della legge, ma che abbia anche un curriculum del livello e della qualità di persone come Biagi, Bernabei, Iseppi, o almeno ci si avvicini".