Rai, Anzaldi (Iv): Corona disinforma e fa terrorismo mediatico

Pol/Arc

Roma, 4 dic. (askanews) - "Mauro Corona, notista politico dell'unico talk show Rai di informazione in prima serata, invita i risparmiatori a 'portare via i soldi dai conti correnti in banca' e a 'metterli sotto al materasso'. C'è da sperare che nessuno lo prenda sul serio e che le sue chiacchiere vengano ignorate dalle centinaia di migliaia di cittadini che hanno visto la puntata di ieri sera di 'Cartabianca', per le conseguenze sociali ed economiche che si verificherebbero. Che c'entra questo tipo di disinformazione e di terrorismo mediatico con il servizio pubblico? Non è una chiara violazione del Contratto di Servizio? I cittadini pagano per essere informati, non disinformati". Lo scrive su facebook il deputato di Italia Viva e segretario della commissione di Vigilanza Rai, Michele Anzaldi, che pubblica un video con un estratto dell'intervento di Corona a "Cartabianca".

"Se le banche falliscono - avverte l'esponente del partito di Renzi - fallisce l'intero sistema economico. E c'è anche un problema di sicurezza: se i cittadini, magari i più anziani, ascoltassero Corona, portassero a casa tutti i risparmi e subissero una rapina in casa, chi li risarcirebbe?".

"Perché una trasmissione - prosegue Anzaldi - di informazione Rai, pur di drogare di qualche decimale i propri ascolti, paga circa 2mila euro al mese uno scrittore per dire cose del genere, per occuparsi di questioni serie e delicate come il Meccanismo europeo di stabilità e la tenuta del nostro sistema bancario? Davvero su temi così importanti il servizio pubblico può permettersi disinformazione a ruota libera come se la prima serata di Rai3 fosse il bancone di un bar? Non sarebbe opportuno che su certi temi parlasse chi ha un minimo di competenza? I soldi dei risparmiatori sui conti correnti, peraltro, fino a 100mila euro sono assolutamente garantiti e non possono correre nessun rischio, neanche in caso di fallimento della banca. Allora di che stiamo parlando?".