Rai, Anzaldi: nuovo caporedattore per testata fantasma Televideo

Pol/Arc

Roma, 9 gen. (askanews) - "Perché una testata che non esiste più, il Televideo, indice una procedura di job posting interno per la nomina di un nuovo caporedattore? A che serve aver fatto l'accorpamento di Rainews, Televideo e del portale Rainews.it sotto la medesima direzione, se ancora si procede con nomine di capi redattore ad hoc separati? La fusione delle testate era fasulla? Che ne pensa la Corte dei Conti? Presenterò un'interrogazione in commissione di Vigilanza". Lo scrive su Facebook il deputato di Italia Viva e segretario della commissione di Vigilanza Rai, Michele Anzaldi.

"Lo scorso 9 gennaio è stato pubblicato - prosegue Anzaldi - il job posting interno per la ricerca di un nuovo caporedattore per la redazione Televideo di Rainews. La redazione Televideo, però, non esiste più come testata singola, ma ricade sotto la responsabilità di Rainews, che ha un direttore (Antonio Di Bella), un vice direttore, un caporedattore centrale, tre caporedattori più un vice. Non bastano? Sono loro a doversi occupare del Televideo: nominare un responsabile ad hoc significa vanificare il senso dell'accorpamento. Che ne pensa l'amministratore delegato Salini? Ha autorizzato lui il job posting? Che senso ha approvare un piano industriale che prevede nuovi accorpamenti se non si rispettano neanche quelli vecchi?".