Rai, Anzaldi: in vigore Par condicio per Umbria, Tg la rispettino

Pol-Afe

Roma, 26 set. (askanews) - "I Tg Rai rispettino la Par Condicio sull'Umbria, non è accettabile che facciano la grancassa della campagna elettorale permanente di Salvini senza alcun bilanciamento. L'Agcom vigili sul rispetto del pluralismo". Lo scrive su facebook il deputato di Italia Viva e segretario della commissione di Vigilanza Rai, Michele Anzaldi.

"Inserire nei servizi politici spazi e frasi riferite alle elezioni umbre - prosegue Anzaldi - significa rientrare nei tempi sottoposti a Par Condicio, sia che le dichiarazioni vengano pronunciate in Umbria, sia che vengano dette in altre parti d'Italia. Se Salvini dice che il voto umbro sarà la 'spallata' contro il Governo, sta facendo campagna elettorale. Da 6 giorni, dal 20 settembre, la Par Condicio per le regionali umbre è entrata in vigore, per effetto della Delibera Agcom 43/19/CONS. Le emittenti televisive nazionali sono tenute al rigoroso rispetto della normativa: se danno spazio a Salvini che fa campagna elettorale dall'Umbria, devono dare lo stesso spazio anche agli altri contendenti. Come prevede il comma 4 dell'articolo 1 della Delibera, 'nei telegiornali e nei programmi di approfondimento informativo, qualora in essi assuma carattere rilevante l'esposizione di opinioni e valutazioni politico-elettorali attinenti alla consultazione oggetto del presente provvedimento, sono tenuti a garantire la più ampia ed equilibrata presenza ai diversi soggetti politici competitori'. Da settimane i cittadini assistono alla campagna elettorale permanente di Salvini nelle Regioni: occorre il rispetto della legge".