Rai, Capitanio (Lega): Salini chiarisca su suo possibile conflitto d'interesse

Pol/Luc

Roma, 8 nov. (askanews) - "In questa fase delicata e cruciale per il futuro del sistema radiotelevisivo italiano, vogliamo la certezza della totale estraneità dell'Amministratore Delegato della Rai, Fabrizio Salini, a situazioni di conflitto di interesse. Il dottor Salini nel 2018, e fino alla sua nomina ad amministratore delegato della Rai, era infatti Chief Operation Officer della 'Stand by me', società di produzione televisiva e multimediale indipendente che intratterrebbe tuttora rapporti attivi e passivi con la Rai. Se questi rapporti venissero confermati, saranno necessarie le più severe valutazioni. Oggi senatori e deputati della Lega hanno presentato un'interrogazione in Vigilanza in cui chiediamo all'azienda del servizio pubblico radio-televisivo un prospetto dettagliato su tutti i costi e tutte le tipologie delle produzioni televisive sostenuti per tutte le reti Rai, suddivisi per operatore economico/azienda fornitrice e con specifico dettaglio di tutte le produzioni affidate a 'Stand by me almeno per gli anni 2016-2019'. E' una questione di trasparenza. Siamo certi che l'azienda e Salini chiariranno al più presto le loro rispettive posizioni sgombrando il campo da qualunque dubbio". Così il deputato della Lega Massimiliano Capitanio, segretario della commissione parlamentare di Vigilanza Rai.