Rai: Di Maio, 'veline su mio ruolo, mi attribuiscono potere che non ho'

·1 minuto per la lettura
default featured image 3 1200x900
default featured image 3 1200x900

Roma, 18 nov. (Adnkronos) – "Premetto che in questi ultimi 3 giorni non ero nemmeno in Italia". Sul suo ruolo sulle nomine Rai "ho letto di tutto, sono veline interne che producono il risultato di danneggiare il M5S. Mi attribuisco un potere che non ho". Lo dice il ministro degli Esteri Luigi Di Maio, presentando il suo libro 'Un amore chiamato politica', al Fla Festival a Pescara.

"Io sono d'accordissimo sulla proposta di Giuseppe" Conte di una "legge per togliere i partiti dalla Rai, poi penso anche che non dobbiamo entrare nei giudizi sui nominati, a cui faccio gli auguri di buon lavoro. Se vogliamo fare la legge muoviamoci, facciamola il prima possibile. Se si approva una legge simile allora togliamo alibi a chi dice che noi siamo stati fatti fuori" dalle nomine sul servizio pubblico. E a chi domanda se sia davvero così, "Giuseppe se ha detto quelle cose ha le sue ragione, ma l'obiettivo deve essere andare avanti con questa legge. Poi c'è da dire che ogni volta che vicini, c'è un Matteo che alza la mano e fa saltare tutto".

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli