Rai, Foa: rifletteremo su estensione fasce protette

Luc

Roma, 14 mar. (askanews) - "La Rai è impegnata in questo difficile momento per il Paese a garantire più informazione e intrattenere una platea di pubblico la cui composizione è stata trasformata dalle regole sull'emergenza. L'intervista andata in onda ieri a 'Vieni da me', sul tema della disforia di genere e della transessualità, ha suscitato l'intervento di figure istituzionali come il presidente della Commissione parlamentare di vigilanza, senatore Alberto Barachini, e il presidente della Commissione bicamerale per l'infanzia, senatrice Licia Ronzulli. Quella intervista, in una fase complessa di rivoluzione dei palinsesti, affrontava un tema delicato e impegnativo, come dimostrano le diverse reazioni provenienti dal mondo politico. La trasmissione tecnicamente non era in fascia protetta ma comunque in un orario di ampio ascolto di minori, in giorni in cui tutti devono stare a casa. È importante che la Rai tenga conto di ogni sensibilità presente nel Paese, con equilibrio. L'offerta al pubblico, soprattutto nelle prossime settimane, prenderà in considerazione le osservazioni e i richiami del Senatore Barachini e della senatrice Ronzulli. In particolare, la Rai avvierà una doverosa riflessione sull'invito del senatore Barachini a estendere le tutele previste per le fasce protette e modificare di conseguenza le modalità dell'intrattenimento". Lo dichiara il presidente della Rai, Marcello Foa.