Rai, Gasparri: subito Vigilanza su dissesto denunciato da Salini

Pol/Gal

Roma, 13 giu. (askanews) - "L'Amministratore delegato della Rai Salini ha parlato in termini allarmati dell'andamento dell'azienda. Conti fuori controllo e pericolo di tracollo. Intanto, per, si continuano ad ingaggiare persone dall'esterno e ad attribuire inutili e costosi incarichi. Salini ha anche parlato di revisione del contratto di servizio. A questo punto si impone un immediato confronto nella Commissione parlamentare di vigilanza, unica sede istituzionale autorizzata a valutare le affermazioni di Salini. Se bisogna rivedere tutto, nel luogo parlamentare idoneo che bisogna affrontare la questione. Non attraverso le lottizzazioni grilline e gli atti di obbedienza e di sottomissione al governo da parte del capo azienda Rai. Chiedo quindi che Salini venga convocato nelle prossime ore in Commissione parlamentare di vigilanza per discutere delle sue affermazioni. Per sapere a quali disastri sta andando incontro la Rai, che va salvaguardata dall'influenza di un governo che pensa a lottizzare e a sprecare. Del resto la Rai, come emerso in Commissione di vigilanza proprio in questi giorni, tagliando del 90% le tariffe pubblicitarie ha posto la premessa per il dissesto finanziario che Salini denuncia dopo aver contribuito a causarlo". Lo dichiara il senatore di Forza Italia Maurizio Gasparri membro della Commissione di vigilanza Rai