Rai, Lega: Pd scappa dalla Vigilanza perché si vergogna

Pol/Bac

Roma, 29 gen. (askanews) - "La commissione vigilanza Rai non è a uso e consumo del PD. E' sconvolgente e imbarazzante il continuo convocare e sconvocare le riunioni della Vigilanza Rai su richiesta del PD e dei soci di minoranza del M5S e Italia Viva. Evidentemente il PD si vergogna delle nomine imposte a Salini e dei cantanti in maschera messi in vetrina a Sanremo e che inneggiano allo stupro e al femminicidio. Adesso basta, il Paese è stanco delle lottizzazioni e delle paralisi: così si fa morire la Rai, che, ricordiamo, è Tv pubblica e non solo del Pd". Lo dichiarano i parlamentari della Lega membri della commissione di vigilanza Rai, Massimiliano Capitanio, Paolo Tiramani, Giorgio Maria Bergesio, Dimitri Coin, Umberto Fusco, Igor Iezzi, Simona Pergreffi.