Rai, Marrocco: sempre più cassa risonanza del governo giallorosso

Pol/Vep

Roma, 21 ott. (askanews) - "Dapprima, lo scorso 16 ottobre in prima serata su RaiUno, un'intervista fiume al presidente del Consiglio, Giuseppe Conte (inspiegabilmente coinvolto per oltre mezz'ora in uno speciale Tg1 su Erdogan e la crisi tra Turchia e Siria), ieri un assolo - sempre sulla rete ammiraglia del servizio pubblico - del sindaco di Roma, Virginia Raggi, protagonista senza alcun contraddittorio nel programma 'Da noi… A Ruota Libera'. Questi i casi più eclatanti degli ultimi giorni, la cosa ancor più inaccettabile è il comportamento di quasi tutti i telegiornali Rai, genuflessi alla maggioranza governativa di turno, che da mesi ormai non garantiscono il pluralismo e l'imparzialità dell'informazione televisiva". Lo afferma in una nota Patrizia Marrocco, deputata di Forza Italia e membro della Commissione di Vigilanza Rai.

"I gruppi di centrodestra hanno chiesto oggi unanimemente al presidente della Commissione di Vigilanza Rai, Alberto Barachini, di convocare con urgenza l'ufficio di presidenza per analizzare in modo approfondito quanto accaduto e per riequilibrare il prima possibile una situazione di squilibrio che non può più essere acconsentita - conclude -. Dispiace dirlo, ma la Rai in queste ultime settimane sta diventando sempre più la cassa di risonanza del governo Pd-M5S-Iv-Leu. È giunto il momento di intervenire per sanare le più basilari regole democratiche e deontologiche".