Rai, Mise: nessun congelamento di fondi su progetti innovativi

Gab

Roma, 25 gen. (askanews) - Con riferimento all'articolo dal titolo "Rai, Salini in bilico. La grana dei 40 milioni congelati da Patuanelli", pubblicato oggi da Repubblica, il Mise precisa che la competente direzione generale del Ministero "ha da tempo avviato un'interlocuzione con le strutture della Rai, al fine di disporre lo stanziamento dei fondi previsti nella legge di bilancio dello scorso anno, che sono pari a 80 milioni di euro, secondo le ordinarie regole di contabilità pubblica".

Questo stanziamento, prosegue il ministero, "ha la finalità di attuare le progettualità innovative previste nel contratto di servizio della Rai e recepite nel piano industriale che è stato già approvato. E' necessario quindi procedere, prima dello stanziamento, all'individuazione di un apposito strumento convenzionale tra Mise e Rai, che consenta di assicurare un adeguato controllo circa la finalizzazione delle risorse stanziate".

"Non è, pertanto, ipotizzabile - sottolinea il Mise - né concretamente ravvisabile alcun intento 'punitivo' da parte del ministro Patuanelli nei confronti dei vertici Rai. Ma si tratta semplicemente di una procedura amministrativa che come tale richiede il rispetto di regole e principi a tutela, in primo luogo, dell'interesse dei cittadini".

Inoltre, conclude il ministero, "non è in corso alcuna valutazione politica su Fabrizio Salini, che è l'amministratore delegato e sta lavorando bene nella gestione di un'azienda complessa come la Rai".