Rai, Pd: crollo ascolti e dem penalizzati, Agcom bacchetta Salini

Pol/Luc

Roma, 16 gen. (askanews) - "Anche i dati Agcom di dicembre sul pluralismo televisivo bacchettano l'Ad Salini dimostrando un insopportabile squilibrio in termini di spazi dedicati al Pd nei telegiornali del servizio pubblico, penalizzato rispetto agli altri partiti. Dati che fotografano una sovraesposizione della Lega di Salvini e del M5S in particolare nel Tg1, il principale telegiornale della Rai, e che dimostrano come nell'informazione del servizio pubblico prosegue la stagione sovranista. La paralisi aziendale ormai è conclamata, a partire dal crollo degli ascolti nei telegiornali Rai, e l'inevitabile intervento dell'Agcom nei confronti dell'azienda, per il mancato pluralismo, determinerà con le eventuali sanzioni una ulteriore beffa per i cittadini italiani, azionisti attraverso il Governo del servizio pubblico, i quali saranno costretti a pagare per due volte la mancanza di equilibrio dell'informazione Rai e le multe all'azienda". Così in una nota il vicecapogruppo del Pd alla Camera dei Deputati, Michele Bordo.