Rai Premium: "Lucio Dalla, il poeta del futuro"

Red/Sar/Sys

Roma, 20 nov. (askanews) - Parlare di Lucio Dalla significa parlare del suo mondo, dei suoi amici e soprattutto del suo straordinario talento. Artista versatile e profondo, ha cominciato giovanissimo come jazzista nei locali della sua Bologna per arrivare al successo a Sanremo con "4 marzo 1943". La sua musica è stato un crescendo di sperimentazioni e nuovi sound: dal jazz all'elettronica alla dance, dal pop alla lirica. Dotato di una sensibilità fuori dal comune, è riuscito ad esprimerla attraverso la sua abilità come musicista, ma soprattutto attraverso la sua voce straordinaria. Fine Autore (con la A maiuscola) e produttore, amava ogni genere d'arte: non solo la musica ma anche la pittura e la scultura. Nella vita i suoi valori sono stati la libertà, l'amicizia e la solidarietà, oltre a un grande amore per il mare.

E' stato un grande talent scout, tra tutti ricordiamo Luca Carboni e Samuele Bersani, ha collaborato per anni con gli Stadio, storico il Tour banana Republic con Francesco De Gregori, oltre a Morandi, Paolo Conte, Giorgio Gaber, Nomadi, Pierangelo Bertoli, Francesco Guccini, e molti molti altri Chi con lui ha lavorato e vissuto ne parla con stima e affetto: Paolo Taviani, Gianni Cavina, Mauro Malavasi, Stefano Di Battista, Luigi Ontani, Tullio Ferro, Roberto Serra, Pasquale Ribuffo e Luca Dal Molin.

Il ritratto artistico e personale di Lucio Dalla fatto dai suoi amici e collaboratori più stretti in uno speciale di Rai Premium in onda martedì 21 novembre alle 23.40.

Usando Yahoo accetti che Yahoo e i suoi partners utilizzino cookies per fini di personalizzazione e altre finalità