Rai Radio Kids: arriva "W la scienza!", imparare divertendosi

·2 minuto per la lettura

Roma, 1 set. (askanews) - Prenderà il via il 2 settembre, su Radio Kids "W la scienza", il nuovo programma di Armando Traverso e il pupazzo DJ. Dai supercomputer alle neuroscienze, dal Big Bang ai cinque sensi, dieci puntate dedicate alla scienza e all'innovazione, con la presenza dei ricercatori più accreditati in ogni singolo settore. Il tutto nello stile tipico di Rai Radio Kids: imparare divertendosi. Il progetto nasce grazie alla collaborazione fra la radio digitale Rai dedicata ai bambini, la sede Rai del Friuli Venezia Giulia, che ha prodotto tutte le dieci puntate, e la Sissa, la Scuola Internazionale Superiore di Studi Avanzati: un progetto presentato all'Ufficio Scolastico Regionale per il Friuli Venezia Giulia, che con entusiasmo ha coinvolto le scuole. Ad ogni puntata, condotta da Armando Traverso con il pupazzo DJ, partecipa un ricercatore specializzato sul tema del giorno. Il tutto alla presenza di un pubblico composto dai bambini delle scuole della Regione. Dieci puntate che verranno mandate in onda in occasione dello EuroScience Open Forum - Esof 2020, l'evento che celebra Trieste Città capitale Europea della Scienza. "Raccontare la scienza ai bambini è un'avventura affascinante - ha commentato Roberto Sergio, Direttore Rai Radio -. Sono felice quindi di annunciare la messa in onda di 'W la scienza', una case history di collaborazione e di creatività condivisa, messa a disposizione del pubblico più bello: quello dei bambini". Guido Corso, Direttore della Sede Rai Friuli Venezia Giulia e ideatore del programma non ha nascosto il proprio entusiasmo: "La realizzazione di questo progetto è un modo per sottolineare ancora una volta l'importanza della città di Trieste come fulcro della ricerca scientifica nazionale e internazionale e l'obiettivo di trasferire alle nuove generazioni questa consapevolezza e questo patrimonio culturale". "La miscela di radio, scienza e bambini - ha affermato Stefano Fantoni, Champion di ESOF2020 - rappresenta un esempio di innovazione nella comunicazione scientifica che guardo con grande favore". "Una delle componenti fondamentali del programma della nostra manifestazione è incentrata sul rapporto tra scienza e media. La collaborazione con Rai Radio Kids è particolarmente significativa da questo punto di vista perché - ha sottolineato Fantoni - offre un'anteprima fantasiosa divertente e credo utile della molteplicità di formati e contesti in cui la scienza oggi può essere veicolata e discussa". (Segue)

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli