Rai, Rossomanado (Pd): serve rafforzare il polo di Torino

Prs

Torino, 28 ott. (askanews) - "L'incontro di oggi sulla Rai di Torino con consiglieri, parlamentari e rappresentanze sindacali è stato molto utile per inquadrare la situazione e pianificare un percorso comune. A partire dalla vicenda della vendita del palazzo di via Cernaia si è posto il tema di una seria politica di investimenti che sostenga la presenza della Rai a Torino anche per i prossimi anni". Lo ha dichiarato la vicepresidente del Senato e senatrice del Pd, Anna Rossomando.

"Il polo torinese della Rai, che occupa oltre mille dipendenti fra via Verdi e via Cavalli, costituisce un elemento di forte pluralità in cui sono presenti il centro di produzione di via Verdi, l'orchestra sinfonica nazionale, l'informazione della TGR, le direzioni tecnologiche, le teche, L'ICT e il Centro Ricerche e innovazione tecnologica, oltre alle direzioni amministrative", ha ricordato Rossomando.

"La necessità è rafforzare il polo torinese della Rai, assicurando investimenti in ambito produttivo, tecnologico e amministrativo e garantendone la centralità e il collegamento con le realtà produttive, culturali, tecnologiche e accademiche, a partire dal Politecnico e dall'Università di Torino, presenti sul territorio torinese. Per questo motivo l'iniziativa promossa dal Consiglio Comunale di organizzare un confronto con i vertici nazionali dell'azienda mi sembra un primo passo utile, così come l'istituzione di un tavolo permanente con le lavoratrici e i lavoratori della sede che porti alla stesura di un documento comune", ha concluso l'esponente del Pd.