Rai, Salini: serve drastico intervento per salvaguardare azienda

Rea

Roma, 12 giu. (askanews) - "La straordinariet dell'attuale situazione (sia in termini economici, sia in termini di imprevedibilit) non ci consente di limitarci ad azioni 'ordinarie' per il contenimento dei costi ma impone un drastico intervento a salvaguardia del perimetro occupazionale, del patrimonio aziendale e, a cascata, di tutto l'indotto di riferimento". Lo ha detto - a quanto si apprende - l'amministratore delegato della Rai, Fabrizio Salini, che oggi ha convocato i vertici dell'azienda per annuncaire la sua "ferma intenzione" di "intraprendere un percorso, certamente non facile, di efficientamento che riguarda molteplici aspetti (organizzazione del lavoro, infrastrutture, modelli produttivi, patrimonio immobiliare) e di razionalizzazione dell'offerta complessiva".

La Rai, ha spiegato infatti Salini, "risente di un contesto esterno estremamente critico sotto ogni profilo. inutile ricordare che gli impatti dell'emergenza sanitaria si ripercuotono inevitabilmente su ogni segmento di mercato, incluso il nostro settore di riferimento". Ma nello stesso tempo "alla nostra Azienda vengono e verranno richiesti sforzi ulteriori per supportare l'economia del mercato audiovisivo e, pi in generale della cultura e del Servizio Pubblico. Un compito che assolviamo sempre, che in questi mesi abbiamo assolto con eccellenza, passione e professionalit dando ancora una volta una dimostrazione di quello che la Rai, in quanto destinataria di risorse pubbliche derivanti dal canone, sa fare. E certamente non potevamo e non potremo sottrarci a tale chiamata". (segue)