Rai, via il tetto per le star. In arrivo un decreto sui compensi

La sede Rai in viale Mazzini a Roma

Fatta la legge, si sta già studiando come fare per superarla. A Viale Mazzini sono già cominciate le grandi manovre. L’obiettivo è trovare una maniera per superare il tetto dei 240mila euro di compenso all’anno che dal primo aprile viene esteso anche agli artisti. Il rischio è un grande esodo, potrebbero lasciare in blocco la Rai Bruno Vespa, Piero Angela, Flavio Insinna e Antonella Clerici, a meno che non decidano di abbassarsi lo stipendio.

Quando è stata approvata la legge sul tetto dei compensi per la tv pubblica, ha prevalso il forte desiderio di limitare gli sprechi in Rai. Sarebbe bastato inserirei una clausola che escludeva dal limite gli artisti. Le star come i calciatori hanno un mercato a parte rispetto ai manager. Facendo qualche esempio, Antonella Clerici guadagna 3 milioni di euro lordi fino al 2018. Non solo lei adesso è in bilico, ma anche colleghi come Fabio Fazio, Piero e Alberto Angela, Lucia Annunziata e Michele Guardì. Un escamotage ci sarebbe. Le società di produzione potrebbero prendersi in carico anche lo stipendio del conduttore, come già avvenuto con la Zerostudios di Michele Santoro: per le società non c’è alcun tetto.

Antonella Clerici, Bruno Vespa and Diamara Leone. (Credits: Getty)

Fabio Fazio, ad esempio, potrebbe farsi pagare lo stipendio da Endemol, la società di produzione di Che Tempo Che fa. Stesso discorso anche per Angela e Vespa. Ci sarebbe sempre il piano B, ossia l’epurazione delle star che non sono disponibili alla riduzione dei compensi. E i sostituti ci sarebbero di già. Amadeus potrebbe essere il successore di Carlo Conti, all’eredità è pronto a stabilirsi Fabrizio Frizzi, già da qualche tempo padrone di casa. La giornalista Eleonora Daniele potrebbe approdare all’Arena, nell’appuntamento domenicale, in sostituzione di Giletti. Elisa Isoardi è pronta per la conduzione della Prova del Cuoco, aveva già rimpiazzato la Clerici durante il periodo della maternità.

Usando Yahoo accetti che Yahoo e i suoi partners utilizzino cookies per fini di personalizzazione e altre finalità