Rally: Dakar 2014, Cile nega l'esclusione

Santiago del Cile, 1 mar. - (Adnkronos/Xin) - Il vice ministro dello Sport del Cile, Gabriel Ruiz-Tagle, si e' detto fiducioso che il suo paese fara' parte del Rally Dakar 2014, ed ha respinto le voci di una modifica del percorso che potrebbe escludere il Cile. "Il Cile non ha intenzione di perdere il Rally Dakar 2014, e' chiaro e semplice", ha spiegato Ruiz-Tagle alla stampa cilena. "Siamo in contatto permanente con l'ASO (organizzatore del rally) e continuiamo a trattare le diverse opzioni per il prossimo anno. Il Cile vuole mantenere il suo ruolo chiave nella Dakar, e per di piu', non vi e' nulla che possa far pensare che sara' lasciato fuori dalla prossima gara", ha aggiunto. I media argentini, pero', hanno riferito che un eventuale inserimento della Bolivia nel percorso di gara potrebbe spingere il Cile fuori. Ruiz-Tagle ha spiegato che dopo il Rally Dakar 2013, nel mese di gennaio, il direttore della gara Etienne Lavigne "si e' congratulato con il Presidente del per l'organizzazione in Cile". Inoltre, ha detto, "sono i piloti che sono i piu' interessati a mantenere il rally in Cile, perche' offre le migliori condizioni". Il Rally Dakar in origine ha avuto luogo in Africa, ma l'instabilita' politica ha portato gli organizzatori a spostare la gara in Sudamerica nel 2009, inizialmente in Argentina e Cile, con il Peru' che e' stato aggiunto nel 2012. La Bolivia ha condotto una campagna per aderire al percorso, sperando di aumentare le entrate del turismo, e la ASO sta valutando la sua inclusione nella prossima edizione.

Per approfondire visitaAdnkronos
Ricerca

Le notizie del giorno