Rampelli (Fdi): creare rete anti-violenza donne non legata partiti

Pol/Bac

Roma, 7 feb. (askanews) - "Non c'è settimana che non ci siano almeno 4 femminicidi. Il problema del Parlamento è trovare fondi per finanziare un'associazione di sinistra che ha 900mila euro di debiti per morosità con il Comune di Roma, facendo un'operazione in piena campagna elettorale a sostegno di un candidato che, guarda caso, è colui che apre i cordoni della borsa. Un'inaccettabile marchetta". E' quanto dichiara il vicepresidente della Camera dei deputati, Fabio Rampelli di Fratelli d'Italia.

"Se si vuole creare un sostegno per le donne vittime di violenza - conclude - si intraprenda un percorso serio e non episodico ed elettorale con l'apertura di nuovi centri antiviolenza adeguatamente sostenuti e gestiti con criteri trasparenti e con gare pubbliche, non politicamente esposti e legati ai partiti".