Rampelli(Fdi): Salvini su poteri Capitale? Approfondisca

Sis

Roma, 30 ott. (askanews) - "Salvini è stato ministro degli Interni, alle prossime elezioni sarà candidato capo del governo, non gli mancheranno le occasioni di domandare quale sono i rapporti che intercorrono come dicevo poco fa tra la Spagna e Madrid tra la Francia e Parigi... Non c'è nulla che somigli al rapporto che intercorre tra lo stato italiano che ad oggi sembra quasi il nemico di Roma". Lo ha detto il vice presidente della Camera dei Deputati Fabio Rampelli intervistato nella trasmissione Lavori in corso su 'Radio Radio'.

Secondo Rampelli "c'è una sorta di pregiudizio, odio strisciante che va rimosso con la collaborazione di tutti gli italiani perché Roma è un patrimonio non solo dell'italia ma è un patrimonio del mondo intero. Pensare che gli attuali poteri e le attuali risorse di cui dispone Roma possano essere sufficienti ad affrontare le criticità che sono sul campo e che sono evidenti significa essere ottimisti oppure significa voler lasciare Roma deperire  lasciarla al suo destino su un binario morto magari per poter favorire altre aree della nostra nazione. Mi scappa di pensare anche questo", ha concluso.