“Rancore”, l’edificio costruito per fare un dispetto al fratello

beirut palazzo 60 cm

Lo hanno chiamato “Rancore“, ma tutti lo riconoscono come l’edificio più stretto di Beirut. Infatti, la sua particolarità è lo spessore: solo 60 centimetri per un’altezza che non supera i 4 metri. La storia di questo edificio lo rende uno dei più curiosi e affascinanti al mondo: la costruzione è avvenuta su un terreno conteso tra due fratelli. Negli anni Cinquanta, però, uno dei due fece un dispetto all’altro e costruì un edificio proprio davanti alla costruzione precedente. In questo modo voleva oscurare la vista del mare di cui godeva la struttura originaria.

Rancore, l’edificio di Beirut

In Libano si trova l’edificio più stretto del mondo: Rancore, con uno spessore di soli 60 centimetri è la vera attrazione di Beirut. La struttura è nata negli anni Cinquanta dopo la contesa tra due fratelli per l’eredità dei genitori. Infatti, tra i fratelli è nata una discussione che ha portato uno di loro alla costruzione di un edificio triangolare proprio davanti alla casa eretta precedentemente. Tutto questo per oscurare la vista del mare al fratello. Rancore è alto poco meno di 4 metri (nella parte più larga) e ha uno spessore di 60 centimetri nella sua parte più stretta. Da quanto si apprende, inoltre, avrebbe ospitato anche un bordello. L’etimologia del nome che è stato dato alla struttura vuole rimandare proprio al battibecco nato tra i due fratelli per l’eredità. Infatti, Rancore è nato per fare un dispetto, ma è ben presto diventato un’attrazione unica per tutti i turisti e le persone di passaggio a Beirut.