Rapinò Rolex a Milano: pregiudicato “trasfertista” preso a Napoli

Red
·1 minuto per la lettura
Image from askanews web site
Image from askanews web site

Milano, 11 feb. (askanews) - Ieri la polizia ha eseguito a Napoli un'ordinanza cautelare in carcere nei confronti di un pregiudicato 29enne napoletano accusato di essere uno scippatore "trasfertista" di preziosi orologi, e di essere l'autore di una violenta rapina di un Rolex Daytona effettuata con un complice lo scorso 8 ottobre 2020 in via San Pio V a Milano, ai danni di un 64enne. Lo ha riferito la questura del capoluogo lombardo, spiegando che il provvedimento è stato disposto dal gip di Milano Chiara Valori su richiesta del pm Leonardo Lesti che ha coordinato le indagini degli agenti del commissariato Centro,

La vittima, scesa dall'auto per aprire il box, era stata raggiunta alle spalle da un uomo con indosso un casco integrale che, con una violenza inaudita, gli aveva sferrato diversi pugni alla testa e al torace cercando di strappargli l'orologio che portava al polso. Rovinato a terra dopo aver sbattuto la testa sul paraurti della sua auto, il 64enne aveva cercato di fermare il rapinatore che però era riuscito ad allontanarsi a bordo di un scooter guidato da un complice e, pochi metri più avanti, aveva recuperato un altro motorino parcheggiato ed era fuggito.

Grazie alle testimonianze raccolte e all'analisi delle telecamere cittadine, i poliziotti sono riusciti a identificare il 29enne e a individuare il luogo dove erano stati nascosti gli scooter subito dopo la rapina a Rozzano (Milano). Le indagini proseguono per risalire all'identità del complice e recuperare il prezioso orologio.