Rapina in gioielleria, titolare colpita con taser

Close up of ialian police car on the street of Sicilia by night.

Ladri in azione a Roseto degli Abruzzi, in provincia di Teramo, il bottino della rapina messa a segno in una gioielleria ammonta a circa 40mila euro.

Secondo quanto riportato dall'Ansa tre rapinatori, di cui uno solo a volto scoperto, hanno preso di mira la gioielleria Ancarano, lungo il tratto cittadino della statale Adriatica. I malviventi, per cercare di agire indisturbati, avrebbero aggredito, malmenato e poi stordito la titolare del negozio con un apparecchio elettrico simile al teser. Una volta messa fuorigioco la 71enne, i tre rapinatori hanno fatto razzia di gioielli preziosi nel negozio oltre a mettersi in tasca i contanti presenti.

GUARDA ANCHE - Roma, rapine in sequenza e tentato omicidio: 3 arresti

La donna, dopo che i ladri sono fuggiti via a piedi, è stata soccorsa dai commercianti della zona che hanno chiamato polizia e 118. Le condizioni dell'anziana, secondo quanto riferito, non desterebbero preoccupazioni.

  • Paolo Bonolis festeggia il matrimonio del figlio Stefano
    Notizie
    notizie.it

    Paolo Bonolis festeggia il matrimonio del figlio Stefano

    Grande festa per Stefano Bonolis e Candice Hansen, che hanno detto il loro sì negli Stati Uniti.

  • Pesce serpente, specie aliena negli USA: “Uccidetelo subito”
    Notizie
    notizie.it

    Pesce serpente, specie aliena negli USA: “Uccidetelo subito”

    Il Dipartimento delle risorse naturali della Georgia ha ordinato di uccidere il pesce serpente, specie aliena negli USA.

  • Abolito il termine 'Alto Adige', non si potrà più dire nemmeno 'altoatesino'
    Notizie
    AGI

    Abolito il termine 'Alto Adige', non si potrà più dire nemmeno 'altoatesino'

    Aggiornato alle ore 15,10 del 13 ottobre 2019.Le parole 'Alto Adige' e "altoatesino" sono parole cancellate per legge e dal giorno successivo alla pubblicazione nel Bollettino Ufficiale della Regione, non dovranno più essere usate. L'unica dizione in lingua italiana da utilizzare per indicare la terra di confine più a nord d'Italia sarà 'Provincia di Bolzano'. Resta invariato il vocabolo in lingua tedesca, Suedtirol.È quanto stato deciso dal Consiglio provinciale di Bolzano che con 24 sì (Suedtiroler Volkspartei, Suedtiroler Freiheit e Freiheitlichen), il no di L'Alto Adige nel cuore-Fratelli d'Italia, quello della Lega e 5 astensioni (tra PD, Verdi, Team Koellensperger), ha approvato il disegno di legge n.30/19-XVI di iniziativa giuntale circa le "Disposizioni per l'adempimento degli obblighi della Provincia autonoma di Bolzano derivanti dall'appartenenza dell'Italia all'Unione europea".Il presidente della Provincia autonoma di Bolzano, Arno Kompatscher nel suo intervento ha detto: "Credo che il Governo italiano non si permetterà di impugnare questa legge, l'impugnazione sarebbe un grave affronto, e comunque non ci sarebbero problemi davanti alla Corte costituzionale".Successivamente il Landshauptmann ha aggiunto: "Il mio appello è di venirci incontro, io preferisco il termine 'Sudtirolo' ma nella Costituzione si parla di 'Regione Trentino Alto Adige/Sudtirol' e di 'Provincia autonoma di Bolzano'". Il consigliere Alessandro Urzì (L'Alto Adige nel Cuore) ha sostenuto che questi sono "atteggiamenti anti-italiani, non antifascisti". La deputata e coordinatrice regionale del Trentino Alto Adige di Forza Italia, Michaela Biancofiore si appella a ministro degli Affari Regionali Francesco Boccia e al Commissario del governo di Bolzano, "affinché la aberrante legge approvata dal consiglio della Provincia di Bolzano, a maggioranza etnica Svp-destre, che abolisce il nome Alto Adige, venga immediatamente impugnata".Biancofiore parla di "atto gravissimo di abolizione della toponomastica, un attentato vero e proprio alla Costituzione" aggiungendo che "lasciar passare un tale affronto al sistema Paese sarebbe come accettare che una minoranza nazionale che assuma il controllo del governo nazionale, abolisca il termine Italia"."La Lega in aula in Consiglio provinciale ha votato assolutamente contro la proposta di togliere la parola Alto Adige, i nostri quattro consiglieri hanno votato contro questo emendamento", spiega il commissario della Lega in provincia di Bolzano, Maurizio Bosatra. I quattro consiglieri sono Giuliano Vettorato (vicepresidente della giunta), Massimo Bessone, assessore, Rita Mattei e Carlo Vettori. La Lega è partner di giunta assieme alla Suedtiroler Volkspartei. La Svp ha votato a favore dell'abolizione delle parole "Alto Adige" e "altoatesino". "Condivido le parole del presidente Kompatscher nel dire che è stato un errore cancellare Alto Adige", dice Bosatra e aggiunge, "siamo assolutamente pronti a sederci intorno a un tavolo con la Svp per trovare quanto prima una soluzione".

  • Sarah, la figlia segreta di Lady Diana che aspirerebbe al trono
    Notizie
    notizie.it

    Sarah, la figlia segreta di Lady Diana che aspirerebbe al trono

    William e Kate sarebbero anche andati negli Stati Uniti a trovarla, distogliendola dall'aspirazione (legittima) alla corona.

  • Donna di colore uccisa dalla Polizia: colpita attraverso la finestra
    Notizie
    notizie.it

    Donna di colore uccisa dalla Polizia: colpita attraverso la finestra

    La donna stava giocando ai videogiochi con il nipote quando l'agente, scambiandola per una minaccia, l'avrebbe colpita con un'arma da fuoco.

  • 17enne ferito entra al McDonald’s: “Mi hanno accoltellato”. Poi sviene
    Notizie
    notizie.it

    17enne ferito entra al McDonald’s: “Mi hanno accoltellato”. Poi sviene

    Un minorenne è stato accoltellato vicino alla Scala dei Giganti. Poi è riuscito a chiedere aiuto in un McDonald's ed è stato ricoverato.

  • Barbara D’Urso dedica la puntata del suo programma a Manuel Frattini
    Notizie
    notizie.it

    Barbara D’Urso dedica la puntata del suo programma a Manuel Frattini

    La conduttrice ricorda la grande amicizia che la legava al coreografo scomparso a 54 anni prima di uno spettacolo.

  • L'attivista curda Khalaf è stata giustiziata dalle milizie filo-turche
    Notizie
    AGI

    L'attivista curda Khalaf è stata giustiziata dalle milizie filo-turche

    Tra i civili uccisi a sangue freddo dai miliziani filo-turchi anche un'esponente politica curda nota per le sue lotte a favore dei diritti delle donne. I civili sono stati uccisi nella giornata di sabato a colpi di arma da fuoco su un'autostrada dopo essere stati prelevati dalle loro auto da milizie sostenute dalla Turchia che avevano attraversato il confine. "I nove civili sono stati giustiziati in diversi momenti a sud della città di Tel Abyad", ha affermato l'Osservatorio siriano per i diritti umani. E quanto affermano fonti curde, tra le vittime ci sono anche la politica curda Hevrin Khalaf e il suo autista.Khalaf era la segretaria generale del partito curdo Fsp (partito del futuro siriano): si è trattato di una vera e propria imboscata, a quanto afferma l'Osservatorio siriano per i diritti umani, citato dal quotidiano britannico The Guardian.Una massacro che è stato filmato con i telefoni cellulari dagli stessi miliziani. Nelle immagini si sentono i miliziani gridare insulti mentre fanno fuoco. A detta di funzionari Usa, afferma il quotidiano britannico The Guardian, il filmato sarebbe autentico. Le forze democratiche siriane a guida curda (Sdf) puntano l'indice contro la Turchia per l'assassinio di Khalaf: "Questo fatto dimostra che in quest'invasione delle forze turche non si fa nessuna differenza tra soldati, civili e politici".Mentre dalla Turchia non vi sono per ora conferme ufficiali, a quanto afferma il giornale filogovernativo conservatore Yeni Safak, citando fonti sul posto, che Hevrin Khalaf e' stata messa "fuori combattimento" nel corso di un'operazione militare, per la precisione un raid effettuato in base a informazioni fornite dall'intelligence. "E' una perdita molto grave", ha detto Mutlu Civiroglu, un esperto di politica curda citato dal Guardian. "Aveva un grande talento per quel che riguarda la diplomazia, partecipava sempre a riunioni con gli americani, i francesi, in generale le delegazioni straniere".

  • Gianni Morandi racconta: “Ho perso una figlia”
    Notizie
    notizie.it

    Gianni Morandi racconta: “Ho perso una figlia”

    Il cantante ha spiegato che la figlia avuta dalla prima moglie Laura è morta poche ore dopo la nascita.

  • Sta male in discoteca: morta una 29enne
    Notizie
    Yahoo Notizie

    Sta male in discoteca: morta una 29enne

    Un arresto cardiaco mentre stava ballando alla festa di nozze di un'amica. E' morta così Enrica Bianco, una 29enne di Castelsardo (Sassari). La giovane si è sentita male ed è svenuta mentre si trovava nella discoteca "Vogue" con alcuni amici e parenti.

  • Usa, youtuber filma una formazione di Ufo: “Cosa sono?”
    Notizie
    notizie.it

    Usa, youtuber filma una formazione di Ufo: “Cosa sono?”

    Nelle ultime ore è stato girato un filmato in Usa che proverebbe l'esistenza degli Ufo, si aprono nuovi dibattiti.

  • Scaricato da un auto in fin di vita: morto in strada a Ferrara
    Notizie
    notizie.it

    Scaricato da un auto in fin di vita: morto in strada a Ferrara

    Il cadavere di un uomo è stato trovato in strada: è stato scaricato ancora vivo da un auto,

  • Rissa in ospedale per una mancata precedenza: 11 feriti
    Notizie
    notizie.it

    Rissa in ospedale per una mancata precedenza: 11 feriti

    Hanno iniziato a discutere per una mancata precedenza e il diverbio si è trasformato in una maxi rissa all'interno del Pronto Soccorso

  • Successo per Stefano De Martino: il suo format avrà una puntata in più
    Notizie
    notizie.it

    Successo per Stefano De Martino: il suo format avrà una puntata in più

    "Stasera tutto è possibile" ha aggiunto share altissimi, toccando talvolta picchi di un milione e mezzo di telespettatori.

  • Pensioni, stretta su Quota 100: i cambiamenti pensati dal governo
    Notizie
    notizie.it

    Pensioni, stretta su Quota 100: i cambiamenti pensati dal governo

    Il governo sta valutando le modifiche di Quota 100: tra queste c'è l'aumento delle finestre d'attesa per i lavoratori.

  • Rifiutare Alcool Test: Come e Quando farlo senza rischiare la patente
    Notizie
    Motori Magazine

    Rifiutare Alcool Test: Come e Quando farlo senza rischiare la patente

    Si può rifiutare l'alcool test? Ecco quando vale e le sanzioni che si corrono se lo si fa non potendo farlo.

  • Sono crollati i prestiti delle banche alle imprese italiane
    Notizie
    AGI

    Sono crollati i prestiti delle banche alle imprese italiane

    Chiudono ancora i rubinetti le banche italiane: sono crollati di 51 miliardi di euro i prestiti alle aziende italiane negli ultimi 12 mesi. Lo stock di finanziamenti alle imprese societarie è sceso di 46 miliardi da 696 miliardi a 650 miliardi, mentre sono diminuiti di quasi 6 miliardi i crediti alle imprese familiari, da 83 a 77 miliardi (-7%). In leggera crescita i prestiti alle famiglie di 9 miliardi da 536 miliardi a 545 miliardi. Questi i dati principali del rapporto mensile sul credito del Centro studi di Unimpresa, secondo cui le sofferenze nette sono calate di 8 miliardi a quota 32 miliardi."Purtroppo le banche italiane, anche negli ultimi 12 mesi, hanno confermato la tendenza ad aver messo in secondo piano - se non abbandonato - l'attività tradizionale ovvero finanziare la cosiddetta economia reale", commenta il vicepresidente di Unimpresa, Andrea D'Angelo. "Adesso ci preoccupa la prospettiva di tassi negativi sui depositi che potrebbe aumentare significativamente il costo dei rapporti con le banche. Il nostro sistema economico non è ancora pronto a utilizzare alternative a quella bancaria", aggiunge D'Angelo.Secondo il Centro studi dell'associazione, che ha rielaborato i dati della Banca d'Italia, da agosto 2018 ad agosto 2019, lo stock di prestiti a famiglie e imprese è diminuito complessivamente di 43 miliardi di euro (sul risultato incidono anche le cartolarizzazioni, cioè la cessione di crediti malati) da 1.324 miliardi a 1.281 miliardi (-3,3%).Sul dato negativo pesa il calo dei finanziamenti alle aziende, sia alle imprese familiari (meno 5 miliardi, con un calo del 7% da 83 miliardi a 77 miliardi ) sia alle imprese societarie (meno 46 miliardi, con un calo del 6% da 696 miliardi a 650 miliardi). Le aziende complessivamente hanno subito un taglio di 51 miliardi di euro.Sono leggermente cresciuti, invece, i prestiti alle famiglie di 9 miliardi (mutui e credito al consumo) in lieve aumento dell'1,7% da 536 miliardi a 545 miliardi. La pulizia dei bilanci dai crediti deteriorati è proseguita con la solita velocità registrata negli ultimi tre, quattro anni: le sofferenze lorde (che nel 2014-2015 avevano superato quota 200 miliardi di euro) sono ulteriormente diminuite, negli ultimi 12 mesi, di 38 miliardi passando da 126 a 87 miliardi (-30%).Le sofferenze nette (quelle coperte da garanzie reali) sono scese di 8 miliardi da 40 miliardi a 32 miliardi (-20%). Per quanto riguarda la raccolta, le banche hanno assistito a una crescita del 6% complessiva delle somme detenute sui loro depositi da tutte le categorie di clienti: in totale, sui depositi (ad agosto scorso) risultano 1.481 miliardi in aumento di 91 miliardi (più 6%) rispetto ai 1.390 miliardi di agosto 2018.I conti correnti sono oggetto di forte attenzione dopo l'annuncio di un importante gruppo bancario intenzionato ad applicare tassi negativi sui saldi superiori a 100.000 euro, con l'obiettivo dichiarato di trasferire con maggiore efficacia le decisioni di politica monetaria della Banca centrale europea; sui conti correnti sono depositati ben 1.168 miliardi da parte della clientela bancaria, un dato in crescita di 88 miliardi (più 8%) in un solo anno (ad agosto il totale si era fermato a 1.079 miliardi).Il calo dello spread ha reso meno rischioso investire nel debito pubblico italiano, ragion per cui le banche ne hanno approfittato per aumentare la sottoscrizione di bot e btp. Gli istituti hanno comprato massicciamente sia sul mercato secondario le obbligazioni del Tesoro già in circolazione sia sottoscrivendo le nuove emissioni alle aste: nell'ultimo anno, il totale dei titoli di Stato italiani detenuti dalle banche del nostro Paese è saliti di 36 miliardi (più 10%) da 372 miliardi a 409 miliardi.

  • Grillo insiste: "Basta lamenti"
    Notizie
    Adnkronos

    Grillo insiste: "Basta lamenti"

    "Quando il campionato mondiale di pasta lo vince un giapponese, Keita Yuge, con le penne al gorgonzola, bisogna prepararsi a dei radicali, monumentali, cambiamenti: la storia non ha mai avuto pietà per i fuggi fuggi, è ora di smettere lamenti e sospiri". Lo scrive Beppe Grillo sul suo blog, sottolineando come "non possiamo imbellettare il mondo o fargli delle iniezioni di botox, non basta costruire qualche chilometro di piste ciclabili quando miliardi di persone stanno arrivando alla loro personale rivoluzione industriale!".  Parlando delle mutazioni globali in atto, spiega: "Cosa gli devi dire: no, voi niente, restate lì a coltivare il riso? Sono sfide epocali che non si possono ridurre a chiacchiericci da Transatlantico, formare il nuovo partitello e giocare alle scissioni è cosmesi della politica! E’ soltanto debolezza, è soltanto pensiero rivolto alle proprie piccole botteghe… basta una congiuntura di dazi sfavorevole e siamo a gambe all’aria! Il caos non si ferma, però si può modulare, ma non è che se uno scappa dalla Bonino cambia qualcosa". "Ci sono solo due scelte: fare quelli che giocano a carte e ascoltano l’orchestrina mentre il Titanic occidentale affonda oppure vincere vecchie inimicizie creando altrettante imprevedibili nuove consapevolezze" scrive Grillo, riferendosi al fatto che "di fronte alle grandi sfide globali cosa volete che importi se qualcheduno è incazzato perché adesso siamo alleati con il Pd!".  "Restare con i tamarri, rigidi a pensare a metà del proprio naso, colmi di rancore come ragazzini a cui qualche uomo nero vuole rubare i giocattoli significa irrigidirsi di fronte ad uno tsunami", avverte il fondatore del movimento. "Togliersi da quel gruppo di buzzurri è stato un segno di plasticità: nel nostro parlamento può succedere qualunque cosa", aggiunge.  Grillo sottolinea poi i risultati ottenuti: "Siamo riusciti a portare un presidente del Consiglio in Italia che non sembra uno squilibrato con vizi inconfessabili. Si può decidere che è troppo per noi e gettare bucce di banana sul suo cammino oppure affiancarlo". E poi spiega, riferendosi al taglio delle poltrone: "Abbiamo ridotto il numero di privilegiati che corrono qua e là pensando ai loro culi mentre il mondo si sta trasformando! Siamo partiti dalla necessità assoluta di una politica più dignitosa, che non fosse la rappresentanza del malaffare e ci ritroviamo oggi di fronte ad uno scenario completamente cambiato. Miliardi di persone da una parte e un po’ di maldipancia dall’altra!!!".

  • Omicidio Vannini, interlocutore a Federico Ciontoli: “Dite la verità”
    Notizie
    notizie.it

    Omicidio Vannini, interlocutore a Federico Ciontoli: “Dite la verità”

    Quarto Grado ha riportato le conversazioni di Ferico Ciontoli e Viola Giorgini, che hanno fatto seguito alla morte di Marco Vannini.

  • Ruby bis, Emilio Fede sconterà la pena ai domiciliari
    Notizie
    notizie.it

    Ruby bis, Emilio Fede sconterà la pena ai domiciliari

    Ruby bis, processo a Emilio Fede: il Tribunale di Milano rivede la pena. Sconterà i 4 anni e 7 mesi di detenzione ai domiciliari.

  • In arrivo la Luna del cacciatore, plenilunio previsto per domenica 13
    Notizie
    notizie.it

    In arrivo la Luna del cacciatore, plenilunio previsto per domenica 13

    Il plenilunio di domenica 13 ottobre sarà noto anche come Luna del cacciatore; scopriamo insieme il significato di questo nome suggestivo

  • Presa a martellate dal marito: “Gli ho detto che volevo lasciarlo”
    Notizie
    notizie.it

    Presa a martellate dal marito: “Gli ho detto che volevo lasciarlo”

    Mercoledì 9 ottobre una donna è stata aggredita con un martello dal marito. Ora è ricoverata all'ospedale Manzoni di Lecco

  • Come togliere il ghiaccio dal parabrezza
    Notizie
    Motori Magazine

    Come togliere il ghiaccio dal parabrezza

    Si sta avvicinando quel periodo dell'anno in cui le temperature scendono sotto lo zero. Non fatevi cogliere impreparati e seguite i nostri consigli.

  • Mostro di Nantes catturato dopo 8 anni
    Notizie
    notizie.it

    Mostro di Nantes catturato dopo 8 anni

    Xavier Dupont de Ligonnes, detto il "Mostro di Nantes", è accusato di aver ucciso la moglie e i 4 figli nell'Aprile del 2011.

  • Rubio e il tweet sulla tragedia di Foggia
    Notizie
    Adnkronos

    Rubio e il tweet sulla tragedia di Foggia

    Ancora polemiche per Chef Rubio, che questa mattina ha twittato sulla tragedia di Foggia dove un uomo, una guardia penitenziaria, ha ucciso moglie e due figlie per poi suicidarsi. "Vergogna politici", scrive lo chef e conduttore, parlando di "guardie penitenziarie e detenuti" che "sono vittime di un sistema penitenziario da rifondare. Siamo tutti vittime - commenta - di uno 'Stato' assente che promette, non mantiene e che lascia morire i suoi figli per poi piangerli con lacrime di coccodrillo". Il tweet ha però diviso gli utenti, spaccati fra chi condivide la tesi dello chef e chi, invece, non trova alcun nesso tra le sue parole e la tragedia di stanotte: "Be' no, diciamo che in questo caso la guardia penitenziaria è il carnefice e non la vittima", "Rubio, se fare un lavoro di merda potesse giustificare un omicidio plurimo, il 90% di noi sarebbe giustificato. Capita ogni tanto di scrivere stupidaggini, e questa è la volta", "Chef è l'ennesimo femminicidio, cosa c'entra il sistema penitenziario? E' come se io ammazzo mia moglie e i miei figli e la responsabilità è dell'ospedale in cui lavoro come portantino. Il problema, in questo caso, è il PATRIARCATO", alcuni dei commenti. Pronta la replica dello chef: "Sapete in che condizioni sono le carceri italiane? In che condizioni di stress - chiede - sono costrette a lavorare le guardie penitenziarie? No perché non ci entrate dentro le carceri. Non strumentalizzate, ma analizzate! Tutto c'entra - spiega -, se arrivi a sterminare la tua famiglia e a suicidarti". E per rafforzare il concetto, Rubio condivide in un nuovo tweet un articolo di Wired, e cita: "'Meno reati ma più detenuti, poche misure alternative alla carcerazione e un tasso di suicidi in costante crescita. L'ultimo rapporto sulle carceri italiane fotografa una realtà che continua a peggiorare"'. E oltre ai detenuti - commenta -, la paga chi ci lavora dentro".