Rapina in villa nel Milanese con coltelli da macellaio: 5 arresti

fcz

Milano, 27 nov. (askanews) - Finiscono in carcere i presunti responsabili della rapina avvenuta il 2 agosto scorso in una villetta di Paderno Dugnano, comune a Nord di Milano alle porte della Brianza. I carabinieri hanno eseguito un'ordinanza di custodia cautelare nei confronti di 5 italiani. Uno dei due esecutori materiali era stato arrestato in flagranza di reato e l'ordine di arresto gli è stato notificato in carcere. In manette sono finiti anche gli altri 4 presunti colpevoli: il secondo esecutore materiale del colpo, il basista e i due "pali" che, prima della rapina, avevano effettuato alcuni sopralluoghi davanti alla villetta per pianificare il colpo.

Erano infatti stati due uomini, con il volto coperto da caschi integrali e armati con coltelli da macellaio, a fare irruzione nella palazzina dove risiede il titolare di una ditta di trasporti. In casa, oltre all'imprenditore e alla sua convivente, c'era anche la figlia di quest'ultima: una bambina di 11 anni a cui uno dei malviventi strappò il telefono cellulare facendola cadere a terra. I rapinatori fuggirono dopo essersi fatti consegnare una busta con 10 mila euro in contanti. Uno di loro venne bloccato dal padrone di casa dopo che la convivente aveva chiuso il cancello. L'uomo, un pluripregiudicato di 20 anni, venne arrestato dai carabinieri nel frattempo allertati dai vicini di casa della coppia e la refurtiva riconsegnata all'imprenditore. Gli inquirenti sono riusciti a identificare gli altri 4 componenti della banda dopo una lunga e complessa indagine.

  • Colin Firth e Livia Giuggioli si sono lasciati dopo 22 anni
    Notizie
    DonneMagazine

    Colin Firth e Livia Giuggioli si sono lasciati dopo 22 anni

    Colin Firth e Livia Giuggioli hanno messo fine al loro matrimionio dopo ben 22 anni. Come mai si sono lasciati?

  • Tu sì que vales: Sabrina Ferilli e il vestito che fa impazzire i fan
    Notizie
    notizie.it

    Tu sì que vales: Sabrina Ferilli e il vestito che fa impazzire i fan

    Nella puntata finale di Tu sì que vales molti telespettatori si sono accorti di un dettaglio sconvolgente nella camicietta di Sabrina Ferilli.

  • Verissimo, Juliana e Stoppa: “Dopo la proposta le è venuto il vomito”
    Notizie
    notizie.it

    Verissimo, Juliana e Stoppa: “Dopo la proposta le è venuto il vomito”

    Ospiti a Verissimo, Juliana Moreira ed Edoardo Stoppa raccontano il loro amore. L'inviato di Striscia la Notizia confida: "Lei è quello che si vede"

  • Padova, studente 25enne trovato morto nel suo appartamento
    Notizie
    Yahoo Notizie

    Padova, studente 25enne trovato morto nel suo appartamento

    A trovare il corpo senza vita di Giacomo Davanzo è stato il coinquilino. Mistero sulle cause della morte.

  • Aida Yespica distrutta: “Non vedo mio figlio Aaron da 4 mesi”
    Notizie
    DonneMagazine

    Aida Yespica distrutta: “Non vedo mio figlio Aaron da 4 mesi”

    Aida Yespica ha confessato che sta vivendo un momento molto difficile perché sono 4 mesi che non vede il figlio Aaron.

  • Studentessa uccisa a New York, 13enne confessa l’omicidio
    Notizie
    notizie.it

    Studentessa uccisa a New York, 13enne confessa l’omicidio

    Caso della studentessa uccisa a New York, arrestato un tredicenne per l'omicidio. La polizia starebbe ora cercando altri due assalitori.

  • Alessandro Gassmann sostiene le sardine: “La parte migliore del paese”
    Notizie
    notizie.it

    Alessandro Gassmann sostiene le sardine: “La parte migliore del paese”

    L'attore Alessandro Gassmann si è esplicitamente schierato dalla parte del popolo delle sardine, descrivendole come la parte migliore del paese.

  • Gabriel Garko, il siparietto piccante: “L’ha fatto mentre sciava”
    Notizie
    DonneMagazine

    Gabriel Garko, il siparietto piccante: “L’ha fatto mentre sciava”

    Gabriel Garko, parola di Jonathan Kashanian, avrebbe dato vita ad un siparietto davvero piccante che ha dell'assurdo.

  • Migranti, parroco Genova espone crocifisso fatto con legno barconi
    Notizie
    Adnkronos

    Migranti, parroco Genova espone crocifisso fatto con legno barconi

    "Ogni giorno su questo altare questo segno vuole portare al buon Dio le sofferenze, le speranze, la vita di ognuno. Di tutti e di ognuno, senza nessuna distinzione". Sono le parole di don Valentino Porcile, parroco di Sturla a Genova, all'interno di un lungo post sulla sua pagina Facebook nel quale spiega la scelta di esporre quest'anno, in vista del Natale, sull'altare della chiesa della Santissima Annunziata di Sturla, un crocifisso realizzato con il legno dei barconi utilizzati dai migranti per attraversare il Mediterraneo.  "Sull’altare della nostra chiesa - scrive don Valentino - ho messo questo crocifisso. Questa croce è stata realizzata con il legno dei barconi utilizzati dai migranti per attraversare il Mediterraneo e scappare da guerra e povertà. Il legno è 'grezzo' e vero, e porta i segni della sofferenza ma anche della speranza. E’ legno bagnato dalle onde del mare, da settimane di navigazione, e anche dalla forza impietosa della morte". Un simbolo che per il sacerdote testimonia le sofferenze e le speranze "di chi vive accanto a noi - scrive ancora - Di chi è lontano. Di chi abbiamo di più caro. Di chi viene seppellito nel mare e nella dimenticanza. Di coloro ai quali nessuno pensa"."A Natale - conclude - questa Croce sarà qui. Con un legno che accolga la Sua umanità. Insieme alla nostra, perché Lui la faccia Sua".

  • Australia, 13enne muore per diagnosi errata
    Notizie
    notizie.it

    Australia, 13enne muore per diagnosi errata

    Il medico del ragazzo gli aveva diagnosticato una banale gastroenterite, ma una settimana dopo è morto di appendicite.

  • Bambina rapita dopo un aborto: dice al marito che è la loro figlia
    Notizie
    notizie.it

    Bambina rapita dopo un aborto: dice al marito che è la loro figlia

    Con un piano organizzato in seguito a un aborto spontaneo, una donna thailandese ha rapito una bambina per ingannare il marito

  • Ascolti tv 13 dicembre 2019: 20 anni che siamo italiani chiude a 21,2%
    Notizie
    notizie.it

    Ascolti tv 13 dicembre 2019: 20 anni che siamo italiani chiude a 21,2%

    Successo per l'accoppiata Incontrada-D'Alessio, non benissimo per Il processo: tutti i dati Auditel relativi agli ascoti tv del 13 dicembre 2019.

  • Rapina a Roma: dipendenti della banca chiusi nel caveau
    Notizie
    notizie.it

    Rapina a Roma: dipendenti della banca chiusi nel caveau

    20 mila euro rubati e i dipendenti chiusi nel caveau per oltre due ore: è questo il bilancio della rapina avvenuta a Roma.

  • Cos'è Letsell, la startup che trasforma gli utenti in mini-imprenditori
    Notizie
    AGI

    Cos'è Letsell, la startup che trasforma gli utenti in mini-imprenditori

    “E-commerce democratico”. Così l'amministratore delegato, Luca Ferrero, definisce Letsell.com. Permette di avere una sorta di e-commerce on demand: chiude accordi con le aziende, gestisce un catalogo con i loro prodotti, la tecnologia di vendita, il magazzino e le spedizioni. Gli utenti si iscrivono, danno il nome al proprio sito e vendono gli articoli disponibili che scelgono di vendere, anche senza una partita Iva. Sono quindi un po' commercianti in proprio e un po' ambasciatori dei marchi offerti da Letsell. Non è certo una professione su cui costruirci una carriera, ma diventa – come spiega l'amministratore delegato Luca Ferrero – un passatempo o un “lavoretto” che permette di incassare qualche centinaio di euro.Verso l'aumento di capitaleLetsell sta crescendo. Ha aperto un round da 3 milioni di euro, che dovrebbe chiudere entro il primo trimestre 2020. Cioè a circa un anno dal lancio della piattaforma che permette a chiunque di aprire una proprio mini negozio online. A bordo potrebbe salire anche Intesa Sanpaolo, che nel primo round da 750 mila euro, ottenuto da Letsell a maggio, ha erogato un prestito convertibile da 350 mila euro. Se dovesse esercitare l'opzione, per la banca sarebbe il primo investimento in una startup non fintech. “L'aumento di capitale – afferma Ferrero – servirà per consolidare le nostre radici e investire sulla piattaforma IT, per poi espanderci su altri tre Paesi europei e raggiungere un milione di utenti”.Francia e Spagna dovrebbero essere i primi della fila. Il terzo sarebbe dovuto essere, con tutta probabilità, la Gran Bretagna. Ma la Brexit ha consigliato di virare. Ecco perché Letsell potrebbe optare per la Germania, mercato molto aperto all'e-commerce ma altrettanto competitivo. La piattaforma italiana, però, può giocare due carte: “Il nostro vantaggio è che non c'è un modello simile in Europa e negli Stati Uniti. Non ci scontriamo con i colossi. Anzi, è più probabile che con loro si firmino accordi, affiancando i canali tradizionali”. L'altro elemento è un contratto vantaggioso con Dhl, che permette di spedire ovunque in Europa allo stesso prezzo. Il che rende la distribuzione replicabile oltre i confini italiani.Come nasce LetsellI fondatori Carlo Tafuri, Luca Ferrero e Michele Contrini non sono dei novizi. Tafuri e Contrini arrivano da Idt, società che si occupa di distribuzione per le aziende di abbigliamento e accessori firmati. Ferrero è stato co-fondatore di SaldiPrivati, venduta (via Banzai) a Showroomprive per 27 milioni di euro. Dal passato nell'e-commerce, racconta Ferrero, sono arrivati “due spunti”. Il primo: “Era il momento di rendere accessibile a tutti fare e-commerce. Oggi per vendere scarpe online si deve mettere in piedi un'azienda, una partita Iva, il magazzino, attrezzarsi per i sistemi di pagamento. Ci sono quindi forti barriere all'ingresso”. Il secondo spunto si chiama “dropshipping”. È quello che fanno già molte piattaforme: i siti fanno da vetrine digitali, delegando però la gestione di magazzino e prodotti alle aziende produttrici. È, spiega Ferrero, un sistema “già accessibile ma solo a chi a un'azienda”. Letsell lo apre a chiunque.Come funziona e come guadagnaL'utente si iscrive, sceglie come chiamare il proprio e-commerce, quali prodotti vendere tra quelli disponibili nel catalogo. Il modello è quello del “freemium”: può farlo gratuitamente oppure pagando un abbonamento che offre servizi aggiuntivi. A questo punto, nato l'e-commerce personalizzato, il compito dell'utente è fare marketing: contattare gli amici su Facebook o Whatsapp, ad esempio. Non gestisce il pagamento direttamente ma incassa una quota del venduto, che varia a seconda dell'articolo ma è spesso del 30% (è più bassa se non si ha un abbonamento). Il resto viene girato al produttore, con Letsell che trattiene una commissione. “Piccola – spiega Ferrero – perché vogliamo motivare l'utente”. Il grosso del fatturato arriva da altri due canali: da una parte, gli abbonamenti che pagano gli iscritti; dall'altra, le tariffe che sborsano le aziende per avere accesso a questa rete di mini-rivenditori.L'accoglienza di utenti e impreseIn pochi mesi, Letsell ha attirato - al lordo di quelli inattivi - 60 mila utenti. “L'obiettivo – afferma Ferrero - non è fornire uno stipendio ma un guadagno di 200-300 euro al mese”. I “letseller” - come li chiama l'amministratore delegato – si concentrano tra i 25 e i 45 anni, ma sono spalmati in modo eterogeneo tra nord, centro e sud Italia. “C'è il ragazzino nerd che agisce chirurgico e usa Facebook in modo più sofisticato”, racconta Ferrero.“C'è una coppia di infermieri, con tre figli. Lui si occupa più del marketing, contattando gli amici. Lei spulcia il catalogo e si concentra sui prodotti”.Gli iscritti vengono seguiti anche con video-tutorial, un “filone a cui lavoreremo molto e che verrà ampliato”. Al momento ha aderito un centinaio di imprese, tra le quali Lavazza, Lego, Trussardi, Carrera Jeans, Nike, Diadora, Emporio Armani. Si procede al ritmo di 5-6 nuovi accordi al mese. “È emerso chiaramente – afferma Ferrero – che c'è poca cultura digitale da parte delle aziende. Molti si approcciano all'e-commerce senza conoscerlo, anche se c'è grande voglia di farlo”. Il co-fondatore della startup nota una certa distanza tra piccole e grandi imprese. Le prime “navigano a vista”. Le seconde “hanno più fiducia nel nostro modello. Capiscono che c'è un futuro in cui gli utenti diventano ambasciatori del prodotto e guadagnano comunicandolo”

  • A Roma "piazza piena" di sardine, Santori: "obiettivo raggiunto"
    Notizie
    AGI

    A Roma "piazza piena" di sardine, Santori: "obiettivo raggiunto"

    "L'idea era quella di riempire la piazza e cambiare un po' la percezione della politica. Direi che l'obiettivo è stato raggiunto". Lo ha detto il leader del movimento Mattia Santori a margine della manifestazione delle Sardine a piazza San Giovanni."Corriamo un unico rischio, credere che le sardine siano la soluzione a tutti i mali. Ma le sardine non esistono, sono persone che riempiono spazi con le loro idee e che vedono un nemico, il pensiero semplificato populista. Non vogliamo rubare le piazze a nessuno, né alla politica né a chi fa lotte dal basso", ha commentato Santori che ha aggiunto: "Siamo molto soddisfatti, riempire una piazza così è molto bello. Domani lavoriamo di nuovo per capire quale è il modo migliore per partire verso nuovi traguardi".Un mese esatto dopo la prima manifestazione, quando in 13 mila a sorpresa hanno riempito piazza Maggiore a Bologna, il movimento delle 'sardine' tenta la prova della manifestazione a piazza San Giovanni a Roma. "Sarà una festa, sarà un segnale, saremo in tanti?", si domandano in questi giorni su Facebook gli animatori dell'evento.Il messaggio resta sempre lo stesso: no al populismo, all'estrema destra nostalgica del fascismo, al razzismo e ad ogni forma di discriminazione. Una manifestazione apartitica, di un movimento appena nato, senza struttura e con tante anime differenti, per lanciare anche nella Capitale il movimentismo a contrasto di alcuni temi utilizzati dalla Lega di Matteo Salvini, che proprio della critica all'amministrazione cittadina M5s di Virginia Raggi ha fatto uno dei cavalli di battaglia degli ultimi mesi.La prova non è delle più semplici. San Giovanni, piazza capace di contenere fino a 500 mila persone, dove se le presenze sono poche si vede subito. Un piazza identitaria - a lungo luogo delle adunate del Pci, dove sono stati celebrati i funerali laici con una folla oceanica di Enrico Berlinguer \- divenuta negli ultimi decenni sede anche di manifestazioni del centrodestra come del M5s.Da anni nessuno riesce più a riempirla, l'ultima adunata con una grande partecipazione resta quella prima delle elezioni del 2013 dei 5 Stelle, poco prima del loro exploit alle urne, quando Beppe Grillo parlò di 800 mila presenti. Prima di loro nel dicembre 2009 alta l'affluenza anche per il No-B Day, quando il Popolo Viola aveva parlato di 1 milione di persone, mentre la Questura ne aveva stimate 100 mila. Ma in città si sente ancora l'eco dei volenti scontri del 15 ottobre 2011, quando durante il corteo degli indignados gruppi di black block misero a soqquadro proprio la piazza di fronte alla Basilica.Da quella data, di fatto, a Roma non si sono più viste manifestazioni con una alta partecipazione. Per domani l'obiettivo dichiarato delle sardine è quello di arrivare a 100 mila persone. "La nostra è un una protesta pacifica, animata da cittadini contrari ad una politica che porta la gente ad odiare - e ad odiarsi. Saremo in piazza non per dare delle risposte, ma per porre delle domande", spiega Stephen Ogongo, uno dei portavoce romani del movimento.Non ha giovato alla mobilitazione in vista dell'appuntamento la sua intervista rilasciata al Fatto Quotidiano nei giorni scorsi in cui l'attivista aveva sostenuto: "Per me, almeno per ora, chiunque vuol scendere in piazza è il benvenuto. Che sia di sinistra, di Forza Italia o di CasaPound". Ne è seguito un diluvio di polemiche da parte degli attivisti, con Simone Di Stefano, uno dei leader nazionali, che ha annunciato la presenza in piazza della formazione di estrema destra, ed i 4 animatori bolognesi del movimento che hanno stigmatizzato: "Le Sardine sono antifasciste, Ogongo ha commesso una ingenuità". Domani la riuscita o meno dell'iniziativa si misurerà sul numero dei presenti in piazza.

  • Massimo Tartaglia: che fine ha fatto l’aggressore di Berlusconi
    Notizie
    notizie.it

    Massimo Tartaglia: che fine ha fatto l’aggressore di Berlusconi

    Dieci anni fa l'aggressione a Silvio Berlusconi in piazza del Duomo: Massimo Tartaglia fu arrestato per lesioni pluriaggravate.

  • Cuore, valvole aortiche: impianto senza bisturi non solo per anziani
    Notizie
    Askanews

    Cuore, valvole aortiche: impianto senza bisturi non solo per anziani

    Le indicazioni più aggiornate al Congresso cardiologi SIC

  • Checco Zalone accusato di razzismo per il nuovo film “Tolo Tolo”
    Notizie
    notizie.it

    Checco Zalone accusato di razzismo per il nuovo film “Tolo Tolo”

    Roberto Zaccaria, presidente del Consiglio Italiano Rifugiati, accusa di istigazione al razzismo il nuovo film di Checco Zalone, "Tolo Tolo".

  • Croce Bianca Trento in lutto: morto volontario 35enne
    Notizie
    notizie.it

    Croce Bianca Trento in lutto: morto volontario 35enne

    A dare la notizia della morte è stato il profilo Facebook della Croce Bianca di Trento che lo ricorda per la sua bontà e disponibilità.

  • Napoli, sequestrate all'aeroporto due tartarughe: ecco perché
    Notizie
    Yahoo Notizie

    Napoli, sequestrate all'aeroporto due tartarughe: ecco perché

    Fanno parte della specie protetta "testudo marginata".

  • Maialina rubata a Torino, l’appello: “Non mangiatela, ha un tumore”
    Notizie
    notizie.it

    Maialina rubata a Torino, l’appello: “Non mangiatela, ha un tumore”

    Sta facendo il giro del web l'appello per ritrovare una maialina domestica rubata in provincia di Torino. L'animale è infatti malato di tumore.

  • Walmart, ritirata maglia con Babbo Natale che sniffa cocaina
    Notizie
    notizie.it

    Walmart, ritirata maglia con Babbo Natale che sniffa cocaina

    La catena canadese di vestiti Walmart ha messo in commercio una maglia raffigurante Babbo Natale con la cocaina.

  • Cena di Natale della Lega, il ristoratore: “Minacciato e insultato”
    Notizie
    notizie.it

    Cena di Natale della Lega, il ristoratore: “Minacciato e insultato”

    Insultato e minacciato ristoratore di Ferrara per aver deciso di ospitare la cena di Natale della Lega. Tanti i messaggi di solidarietà all'oste.

  • Popolare Bari, Marsilio (Abruzzo): il governo intervenga
    Notizie
    Askanews

    Popolare Bari, Marsilio (Abruzzo): il governo intervenga

    Il presidente della Regione dopo il commissariamento

  • Oroscopo Cancro 2020 secondo Paolo Fox, Branko e Antonio Capitani
    Notizie
    notizie.it

    Oroscopo Cancro 2020 secondo Paolo Fox, Branko e Antonio Capitani

    Oroscopo 2020: cosa ha in serbo il nuovo anno per i nati sotto il segno del Cancro secondo le previsioni di Paolo Fox, Branko e Capitani.