Rapinarono coetanei ai giardinetti a Milano: fermati due minorenni

·1 minuto per la lettura
Image from askanews web site
Image from askanews web site

Milano, 6 set. (askanews) - La polizia ha eseguito un'ordinanza di custodia cautelare in istituto di reclusione minorile nei confronti di due minorenni, uno egiziano e l'altro marocchino, accusati di aver rapinato quattro loro coetanei nei pressi dei giardinetti di via Dezza a Milano il 20 febbraio scorso. Lo ha riferito oggi in una nota la questura del capoluogo lombardo, spiegando che il provvedimento è stato emesso dal gip del tribunale per i minorenni di Milano, su richiesta della relativa procura.

Secondo quanto ricostruito dai poliziotti del commissariato meneghino di Porta Genova, quella sera i due indagati avevano avvicinato con una scusa un gruppo di ragazzini e li avevano minacciati con un coccio di bottiglia e e un coltellino svizzero facendosi consegnare 40 euro, un giubbotto e un paio di costose cuffie, e si erano poi dileguati. Dopo essere risaliti all'identità dei rapinatori, già con precedenti specifici, gli agenti del commissariato hanno ritrovato il giubbotto e le cuffie rubate nell'abitazione di uno dei due.

Le indagini proseguono per individuare gli autori di altre rapine simili compiute nella stessa area nei primi mesi di quest'anno.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli