Rapinarono orologio da 200mila euro a Milano: due arresti a Napoli

Red
·1 minuto per la lettura
Image from askanews web site
Image from askanews web site

Milano, 18 mar. (askanews) - Questa mattina la polizia ha eseguito a Napoli un'ordinanza di custodia cautelare in carcere nei confronti di due rapinatori partenopei di 32 e 42 anni, accusati di aver rapinato alle 18.30 del 15 settembre 2020 un orologio da 200mila euro dal polso di un automobilista che stava percorrendo a bordo della sua Ferrari viale Sarca a Milano.

Secondo l'accusa, i due, identificati dai poliziotti della squadra mobile di Milano coordinati dal pm Leonardo Lesti, hanno agito a bordo di uno scooter all'angolo con via Rodi: dopo aver urtato lo specchietto retrovisore della Ferrari 488, hanno atteso che la vittima abbassasse il finestrino e gli hanno strappato dal polso un cronografo in serie limitata Richard Mille, e poi sono fuggiti nel traffico.

La questura ha spiegato che il provvedimento cautelare è stato emesso dalla gip Luigia Fioretta, e che le indagini hanno ricostruito i soggiorni dei rapinatori tra Milano e Reggio Emilia sia nel periodo del colpo sia nelle settimane successive, consentendo di individuare gli scooter in uso al gruppo e di certificare le attività prodromiche alla consumazione di nuove rapine" da portare a termine sempre con la stessa tecnica dello specchietto.