Rapinavano sale gioco e farmacie tra Brianza e Milano: 7 arresti

Red-Alp

Milano, 30 lug. (askanews) - I carabinieri hanno arrestato sette italiani residenti nelle province di Milano e Lodi con l'accusa di aver compiuto cinque rapine a mano armata tra gennaio e febbraio scorsi ai danni di sale da gioco e farmacie in provincia di Monza e del capoluogo lombardo che hanno fruttato complessivamente circa 7.500 euro.

Nei confronti degli indagati è stata eseguita un'ordinanza di custodia cautelare emessa dal gip di Monza su richiesta della locale procura che ha coordinato le indagini condotte dai carabinieri della Compagnia di Desio (Monza). Le investigazioni hanno preso il via dopo il primo colpo messo a segno dalla banda il 30 gennaio scorso in una sala slot di Bovisio Masciago (Milano).

Sempre secondo quanto riferito dall'Arma, decisiva per gli investigatori e fatale per i malviventi, un'impronta digitale lasciata sul bancone del locale da uno dei rapinatori mentre si impadroniva del denaro contenuto nella cassa. Attraverso quell'impronta i militari sono giunti all'identificazione del responsabile e poi di tutti i suoi complici. Tre rapinatori erano stati arrestati in flagranza in occasione di una rapina consumata in una farmacia nel centro di Milano: tra loro è finito ai domiciliari anche un uomo che, pur non partecipando attivamente alle rapine, prestava la propria auto alla banda per portare a termine i colpi.