Rapine in zona Porta Vittoria a Milano: arrestati 17enne e 18enne

Red
·1 minuto per la lettura
Image from askanews web site
Image from askanews web site

Milano, 24 mar. (askanews) - Ieri mattina a Milano, i carabinieri della Stazione Porta Monforte hanno eseguito una misura cautelare in carcere nei confronti di un 18enne, e una del collocamento in comunità per un 17enne accusati di aver aggredito e rapinato due minorenni e una coppia di 25enni in zona Porta Vittoria. Lo ha riferito l'Arma in una nota, spiegando che si tratta di due milanesi di origine marocchina, entrambi minorenni all'epoca dei fatti, e che le indagini sono state coordinate dal pm del tribunale per i minorenni di Milano, Luisa Russo. Il 18enne ha precedenti di polizia per reati contro il patrimonio, mentre il 17enne è incensurato.

Il primo episodio contestato è del maggio 2020 quando alcuni ragazzini erano stati malmenati e rapinati delle cuffie, degli occhiali e di un cappellino mentre erano con alcuni amici nel parco di largo Marinai d'Italia. Il secondo risale invece al giugno scorso: un 15enne che stava attraversando i giardinetti di piazza Grandi (poco distante dal parco) era stato avvicinato dai due arrestati che dopo averlo afferrato per il collo e schiaffeggiato, si erano fatti consegnare il cellulare e i soldi. L'ultima rapina è di settembre, quando il 17enne, insieme con altri due adolescenti in fase di identificazione, aveva avvicinato nei giardinetti di viale Argonne una coppia di 25enni che stavano rincasando e, minacciandoli con un coltello, si era fatto consegnare soldi e alcuni buoni sconto.

I carabinieri hanno spiegato che il 18enne, che ha precedenti di polizia per reati contro il patrimonio, e il 17enne incensurato sono stati identificati grazie alla testimonianza delle vittime e dopo mirati accertamenti tecnici.