Rapporto Ue: media russi diffondono disinformazione su coronavirus -4-

Coa

Roma, 18 mar. (askanews) - I ricercatori del centro di ricerca sulla criminalità e la sicurezza dell'Università di Cardiff, che hanno svolto ricerche con la commissione, hanno inoltre individuato un'evoluzione della tattica da parte dei media pro-Cremlino. Secondo quanto riferito, fonti russe hanno anche amplificato teorie che sono nate altrove, in Cina, Iran o nell'estrema destra degli Stati Uniti. "Questa tattica consente loro di evitare l'accusa di creare da soli la disinformazione, sostenendo invece che stanno semplicemente riportando ciò che gli altri stanno dicendo", si afferma nel rapporto.

La Russia ha fortemente negato ogni accusa. "Se ci fosse anche un solo esempio concreto, potrei commentarlo, ma ancora una volta sono solo accuse infondate", ha detto un portavoce del presidente russo, Vladimir Putin.