Rave party, fonti Viminale "Norma non lede la libertà di manifestare"

ROMA (ITALPRESS) - La norma contro i rave party illegali "interessa una fattispecie tassativa che riguarda la condotta di invasione arbitraria di gruppi numerosi tali da configurare un pericolo per la salute e l'incolumità pubbliche. Una norma che non lede in alcun modo il diritto di espressione e la libertà di manifestazione sanciti dalla Costituzione e difesi dalle Istituzioni". Lo precisano fonti del ministero dell'Interno.

- foto Agenziafotogramma.it -

(ITALPRESS).

sat/red