Rave party per ricostruire dalle macerie: anche così l'Ucraina riparte

Rave party per ricostruire dalle macerie: anche così l'Ucraina riparte

Non c'è nulla da festeggiare tra le macerie della case bombardate della città ucraina di Yahidne, situata 140 chilometri a Nord-Est della capitale Kiev. Ma i volontari dell'associazione Repair Together hanno pensato che un rave party fosse la soluzione migliore per chiamare a raccolta quanta più gente possibile per uno stesso scopo: ripulire le strade e ricostruire la città.

"A Kiev c'era una situazione normale, ma qui è stato davvero terribile. Le persone hanno lasciato le loro case molte delle quali erano in rovina e noi volevamo aiutarli a ricostruire, a sistemare le case e a pulire il territorio", ci spiega Tatyana, che fa parte dell'associazione e che collega il bisogno di ritornare alla vita normale dei rave party vissuta prima della guerra e la necessità di aderire a una nuova vita, quella della ricostruzione del Paese.

La maggior parte dei volontari, principalmente tra i 20 e i 30 anni, viene da Kyiv, che dista circa due ore di macchina, molti altri sono giunti da Leopoli. Con l'occasione di far festa anche alcuni volontari arrivati da Portogallo, Stati Uniti, Germania si sono uniti all'iniziativa. La pulizia del centro culturale di Yahidne è stato l'ottavo evento del gruppo, che ha già aiutato a riparare 15 case danneggiate nel villaggio.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli