Rave Viterbo: Bonelli, 'sfregiata area protetta, prefetto intervenga'

·1 minuto per la lettura
default featured image 3 1200x900
default featured image 3 1200x900

Roma, 18 ago. (Adnkronos) – "Quello che sta accadendo nell’area protetta circostante il lago di Mezzano e’ inaccettabile un rave con oltre 6.000 persone che sta danneggiando un’ecosistema con conseguenze gravi dal punto di vista sanitario”. Lo dichiara il co-portavoce nazionale di Europa Verde Angelo Bonelli.

“Siamo in periodo di Covid ed in ogni caso quello che sta accadendo al lago di Mezzano viola tutte le norme in materia di tutela ambientale e sanitaria. Chiediamo al prefetto di Viterbo di individuare gli organizzatori, contestare loro i reati di danno ambientale e intimare loro di abbandonare l’area ben prima del 23 agosto: se lo Stato si arrende a chi decide di rimanere a sfregiare un’area protetta che ha abusivamente occupato perché deve avere la copertura economica dei costi la credibilità va sotto zero e pertanto di conseguenza il prefetto si attivi", conclude Bonelli.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli