Razzante (Crst): "Arresto Roma conferma pericolo radicalizzazione jihadisti"

(Adnkronos) - "L'arresto del terrorista a Roma conferma una volta di più che la guardia non va abbassata e che il nostro antiterrorismo è tra i migliori al mondo. Il pericolo della radicalizzazione è comunque sempre in agguato, specie nei momenti di confusione geopolitica come quelli che stiamo vivendo. Non dimentichiamo infatti che il terrorismo nasce da idee di destabilizzazione e fondamentaliste, che si scatenano soprattutto nelle menti di soggetti che vivono in Paesi dove è forte la pulsione contro l'Occidente e contro gli Stati che in qualche modo condividono idee di libertà e democrazia". Ranieri Razzante, direttore del Crst (Centro di Ricerca sulla Sicurezza ed il Terrorismo) commenta così all'Adnkronos l’ordinanza di custodia cautelare emessa del gip del Tribunale di Roma a carico di un 37enne egiziano per i reati di partecipazione a un’associazione con finalità di terrorismo internazionale e addestramento con finalità di terrorismo.

"Di questa operazione -osserva Razzante- va inoltre sottolineata la capacità di intelligence informatica degli investigatori del Ros, che dobbiamo ringraziare. Anche se sulla cybersecurity non siamo ancora a livelli che possiamo ritenere assolutamente soddisfacenti, le nostre forze di polizia, i Servizi e la Difesa stanno facendo un lavoro immane per preservare il nostro Paese dal cyberterrorismo".

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli