Un ragazzo senegalese è stato pestato da un branco di razzisti a Palermo

Aggressione a sfondo razzista a Palermo. Un giovane senegalese è stato accerchiato e pestato da un gruppo di ragazzi nella notte tra sabato e domenica in via Cavour, nel centro città, a due passi dal Teatro Massimo. Calci, schiaffi e pugni da parte del branco, forse tre o quattro adolescenti che gridavano frasi del tipo "Negro di me...", "Vattene via...", senza che nessuno intervenisse.

Solo la telefonata di qualcuno in strada alle forze dell'ordine ha fermato il pestaggio ai danni del ventenne che, medicato al pronto soccorso, ha avuto una prognosi di 10 giorni. A quanto pare la vittima, da diversi anni a Palermo, stava tornando a casa dal lavoro quando è stata presa di mira tra i locali della movida. "A Palermo sto benissimo - ha scritto il senegalese su Facebook - ci sono tante belle persone. Ci sono pure alcuni razzisti, ma la gran parte dei palermitani non lo è". Adesso sono al vaglio le immagini delle tante telecamere di videosorveglianza della zona per identificare gli aggressori.