Razzismo, Salvini: mi è appena arrivato un proiettile e non piango

Fcz

Rho (Milano), 9 nov. (askanews) - "A me è appena arrivato un altro proiettile. Non piango. In un paese civile non dovremmo rischiare nè io nè la Segre". Lo ha sottolineato il leader della Lega, Matteo Salvini, rispondendo alle domande dei giornalisti sull'incontro avuto ieri con la senatrice Liliana Segre durante una visita al salone internazionale del ciclo e motociclo in corso al polo fieristico di Rho-Pero.