Rd Congo, epidemia Ebola, Msf: serve azione urgente per contenerla -3-

red/Mgi

Roma, 1 ago. (askanews) - Dall'inizio dell'epidemia, l'insicurezza è stata una delle principali sfide per l'intervento. L'area nord orientale della DRC è una zona di conflitto da 25 anni, con diversi gruppi armati attivi nella zona. Inoltre, gli operatori sanitari impegnati contro l'Ebola non hanno ancora la fiducia delle comunità. Sono stati deliberatamente attaccati, e per questo attività cruciali come la ricerca e identificazione dei contatti, la verifica dei casi sospetti e le campagne di vaccinazione sono state sospese, ridotte o annullate. MSF stessa è stata costretta a lasciare Katwa e Butembo a febbraio, dopo violenti attacchi contro i centri di trattamento in cui operava.

Ma né la paura indotta da una malattia così letale e poco compresa, né le tensioni preesistenti nell'area possono spiegare da sole l'incapacità di coinvolgere la popolazione locale nella risposta all'epidemia. L'approccio complessivo contro l'Ebola deve essere rivisto e migliorato.

(Segue)