RD Congo, miliziani ADF attaccano città di Beni: "Diversi morti" -2-

Fth

Roma, 20 nov. (askanews) - Gli attacchi dell'ADF contro i quartieri settentrionali di Beni hanno causato movimenti di popolazione nel centro della città già ieri. La popolazione ha mostrato la sua rabbia questa mattina prendendo di mira, tra l'altro, la Missione delle Nazioni Unite in Congo (MONUSCO) sul posto. "Abbiamo appena registrato sette morti che sono state abbandonate all'obitorio. I giovani vengono a barricare la strada principale. I veicoli del Monusco sono il bersaglio dei manifestanti", ha dichiarato Kizito Bin Hangi, presidente della società civile di Beni. "Il nostro staff (a Beni) è confinato nelle loro case", ha detto un portavoce di Monusco.

Lo scorso 30 ottobre, l'esercito congolese ha annunciato operazioni unilaterali contro l'ADF, originariamente un gruppo armato di musulmani ugandesi insediato dal 1995 nella RDC orientale. Da allora, le rappresaglie attribuite all'ADF contro i civili hanno causato 54 morti, prima della violenza della scorsa notte di cui resta da stabilire l'esatto bilancio. .