Rd Congo, Unhcr denuncia diffuse violazioni dei diritti umani -2-

red/Mgi

Roma, 12 nov. (askanews) - A cinque mesi di distanza dagli attacchi di giugno, le uccisioni, le violenze sessuali e i rapimenti persistono in un conflitto continuo. Molte donne e bambini vivono ancora in condizioni precarie, dormendo all'aperto o in spazi pubblici sovraffollati, esposti ulteriormente al rischio di molestie, aggressioni o sfruttamento sessuale, che secondo gli sfollati sono molto diffusi. Solo nel mese di ottobre, lo staff dell'UNHCR ha registrato almeno 1.000 violazioni dei diritti umani nelle due province orientali.

I civili vivono nella paura di morte e distruzione. Il 30 ottobre, uno sfollato di 38 anni è stato ucciso da uomini armati nel territorio di Djugu, ed è solo un esempio di incidenti che si verificano quasi quotidianamente in quest'area. (Segue)