Rdc: Calderoli, 'basta soldi a nullafacenti e furbetti'

·1 minuto per la lettura
default featured image 3 1200x900
default featured image 3 1200x900

Roma, 8 ott. (Adnkronos) – "Percepivano il reddito di cittadinanza e giravano in Porsche: lo ha scoperto oggi la Guardia di Finanza che in due diverse operazioni ha scovato oltre duecento ‘furbetti’, definiamoli così, tra le province di Brescia e Treviso. Ma questa è solo la punta dell’iceberg: ogni giorno le cronache ci raccontano di lavoratori in nero e cittadini che hanno altre fonti di redditi che si arricchiscono percependo indebitamente il reddito di cittadinanza". Lo afferma il senatore della Lega Roberto Calderoli, vicepresidente del Senato.

"Una misura che si doveva sperimentare ma che alla prova dei fatti, e lo confermano tutti gli indicatori delle associazioni produttive, non ha funzionato, perché -aggiunge l'esponente del Carroccio- non ha incentivato la ricerca del lavoro ed è finito in gran parte nelle tasche di furbetti, di chi lavora in nero o di chi non ha i requisiti per percepirlo, senza aiutare concretamente quei cittadini italiani in difficoltà, che hanno davvero bisogno".

"Daremo battaglia per smantellarlo e utilizzare tutte quelle risorse per incentivare il lavoro, ma quello vero, per esempio aiutando le imprese che assumono o che salvano i posto di lavoro, e per difendere le attuali pensioni, per difendere la sacrosanta quota 100. Basta dare soldi a nullafacenti o furbetti, aiutiamo i nostri lavoratori e i nostri pensionati", conclude Calderoli.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli