Rdc, Dal Mas: ddl per evitare nuovi casi Saraceni

Pol/Vep

Roma, 2 ott. (askanews) - Un disegno di legge per evitare il ripetersi di casi in cui il reddito di cittadinanza è erogato a chi sta scontando una pena per reati gravi. A presentarlo il senatore di Forza Italia Franco Dal Mas.

"Unitamente ad altri colleghi del gruppo di Forza Italia ho predisposto un disegno di legge, che sarà presto depositato, che modifica i requisiti per la concessione del reddito di cittadinanza. Il principio di partenza è chiaro: chi ha commesso reati gravi, in particolar modo chi con le sue azioni ha cercato di sovvertire l'ordine democratico non può usufruire di trattamenti economici da parte dello Stato che voleva abbattere finché non ha scontato per intero la pena". spiega Dal Mas, con riferimento al caso al caso 'Saraceni'.

"La Costituzione ci dice che la pena ha funzione rieducativa. Sino a quando non si è terminato di scontarla il percorso rieducativo non è concluso, e quindi è incoerente richiedere e vedersi concessi trattamenti economici da parte dello Stato, tanto più quando si è di fronte a reati commessi con finalità terroristiche", conclude il senatore. Il ddl si compone di un solo articolo che modifica la legge che disciplina il reddito di cittadinanza sopprimendo il termine dei dieci anni e introducendo il vincolo della completa esecuzione della pena.