**Rdc: Inps, su 4,3 mln domande pervenute 27,87% respinte con controlli in fase istruttoria**

·1 minuto per la lettura
default featured image 3 1200x900
default featured image 3 1200x900

Roma, 5 nov. (Adnkronos) – Su 4.359.359 domande pervenute dal mese di aprile 2019 al 15 settembre 2021, 1.215.251, pari al 27,87% del totale, sono state respinte, grazie ai controlli effettuati in fase di istruttoria da Inps. Lo precisa in una nota l'Inps con riferimento a quanto dichiarato dal deputato Francesco Lollobrigida, nel corso della trasmissione 'Porta a porta' del 4 novembre, relativamente ad una presunta mancanza di controlli da parte dell’Inps e della presunta connivenza dolosa dei dipendenti Inps nell’erogazione del Reddito di Cittadinanza. "Altre 605.277, e cioè il 13,88% del totale delle domande pervenute, sono le pratiche poste in decadenza da Inps per il venir meno dei requisiti in corso di fruizione", sottolinea l'Istituto.

Infine, 123.816, pari al 2,84% del totale, rileva l'Inps, "sono le pratiche revocate, per mancanza dei requisiti fin dall’origine, a seguito dei controlli interni disposti dall’Istituto o per effetto di segnalazione delle Forze dell’Ordine". L’Inps collabora con tutte le Forze dell’ordine, segnalando esso stesso le situazioni meritevoli di indagini che possono portare alla revoca della prestazione.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli