Rdc: Marin (Ci), 'assistenza non deve diventare assistenzialismo cronico'

·1 minuto per la lettura
default featured image 3 1200x900
default featured image 3 1200x900

Roma, 25 ago. (Adnkronos) – “Il reddito di cittadinanza è stato un provvedimento profondamente sbagliato del governo Conte 1. I numeri, che non hanno colore politico, ci dicono che chi entra nel circuito del Rdc poi, se non in bassissima percentuale, non riesce a rientrare nel mondo del lavoro". Lo sottolinea il capogruppo alla Camera di Coraggio Italia Marco Marin.

“Il reddito di cittadinanza -aggiunge- rappresenta cioè la classifica forma di assistenzialismo che diventa cronico. Per essere chiari: è giusto e doveroso aiutare chi è in difficoltà, ma bisogna dargli assistenza per permettergli di recuperare il più velocemente possibile l’autonomia personale. Questo è aiutare le persone: renderle libere e autonome anche sul fronte del lavoro e non dipendenti dal assistenzialismo. Assistenza si assistenzialismo cronico no".

"A questo -conclude Marin- si aggiunge che l’assistenzialismo cronico del reddito di cittadinanza costa alle tasche degli italiani miliardi di euro ogni anno. La conclusione è che il reddito di cittadinanza prima si cancella e meglio è".

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli