Real Madrid, Zidane a rischio esonero: idee Gallardo e Raul, Allegri in seconda fila

·1 minuto per la lettura

In bilico, ancora una volta. La sconfitta in semifinale di Supercoppa di Spagna contro l'Athletic e, soprattutto, l'eliminazione ai sedicesimi di finale di Coppa del Re ai supplementari contro l'​Alcoyano, club di terza divisione, hanno fatto finire ​Zinedine Zidane sul banco degli imputati. Con il forte rischio di condanna. Due figuracce, ma la realtà è che il Real non gira da un po' e il francese è considerato il primo responsabile. Che potrebbe pagare subito, senza aspettare la fine della stagione. Certo, in ballo ci sarebbero tanti soldi (Zidane guadagna 12 milioni di euro netti a stagione fino al 2022), anche una big come il Real, di questi tempi, prima di allontanare un allenatore deve farsi due conti, ma secondo i media spagnoli l'esonero dell'ex Juve è una possibilità concreta. ALTERNATIVE - Per sostituirlo ci sono due nomi credibili, quello di Raul, allenatore del Real Madrid Castilla, e quello di Marcelo Gallardo, guida del River Plate, particolarmente stimato dalle parti del Santiago Bernabeu. Idee, una delle quali potrebbe diventare qualcosa di più nei prossimi giorni. Da non scartare, ma attualmente in seconda fila, il nome di Massimiliano Allegri, ormai senza panchina da un anno e mezzo dopo la fine del rapporto con la Juventus. Zidane, che si è detto "dispiaciuto ma tranquillo" per il momento non ha ricevuto segnali dall'alto, pensa alla sfida contro l'Alaves di sabato sera. A questo punto decisiva per il suo futuro.